Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Ordine delle Vedove

La forma di consacrazione vedovile è di antichissima tradizione e risale alla Chiesa delle origini nel cui seno fioriscono contemporaneamente l’Ordo Viduarum e l’Ordo Virginum in cui si raccoglievano donne chiamate al servizio di Cristo e della Chiesa.
Con Paolo VI è stato promulgato il rito della Consacrazione delle Vergini con la ricostituzione dell’Ordo Virginum.
Il rifiorire poi della spiritualità vedovile è stato accolto come un dono secondo quanto è comprensibile nell’esortazione apostolica postsinodale Vita consecrata: Torna ad essere oggi praticata la consacrazione delle vedove, persone che, mediante il voto di castità perpetua quale segno del Regno di Dio, consacrano la loro condizione per dedicarsi alla preghiera e al servizio della Chiesa (7).
La prima consacrazione diocesana nell’Ordo Viduarum è del 5 febbraio 2004. Nella
cappella dell’arcivescovado, l’arcivescovo mons. Francesco Cacucci ha consacrato a Dio una vedova appartenente alla comunità diocesana, raccogliendone il sacro proposito di castità perpetua, di obbedienza al Vescovo e di servizio alla Chiesa consegnando alla consacrata, durante la celebrazione eucaristica, l’anello come segno del rapporto sponsale della Chiesa a Cristo.

L’Ordine delle Vedove è stato istituito dall’arcivescovo mons. Francesco Cacucci il 2 febbraio 2006 con decreto prot. n. 07/06 D.G.A. al quale sono annessi lo Statuto e il Programma di Vita entrambi approvati dallo stesso arcivescovo.

Padre Spirituale           mons. Francesco Colucci

Prossimi eventi