Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

«San Nicola tra Oriente e Occidente, alle origini dell’Europa»

La sua storia e il suo culto al centro di un convegno a Bari

 San Nicola, la sua storia e la storia del suo culto sono al centro del Convegno internazionale di studi «Alle origini dell’Europa: il culto di San Nicola tra Oriente e Occidente. Italia-Francia», che si è aperto il 2 dicembre a Bari (fino a sabato 4) presso il Dipartimento di Studi classici e cristiani (Città Vecchia). Il Convegno, al quale hanno preso parte diversi studiosi e specialisti italiani e francesi, rientra nell’ambito di un progetto di ricerca biennale (2010-2011), incentrato sulla figura di san Nicola e sul suo culto nelle diverse espressioni e nei vari contesti territoriali, promosso dall’Università degli studi di Bari «Aldo Moro» (Dipartimento di Studi classici e cristiani) e dalla Basilica di San Nicola (Centro Studi Nicolaiani), d’intesa con l’Institut de France, l’Université de Caen Basse-Normandie e l’Université de Paris Ouest- Nanterre. L’intento è quello di ridefinire i contorni storicamente rilevanti dell’iter cultuale del santo, attraverso lo studio di testi letterari, espressioni artistiche e prodotti della cultura popolare, elaborati in diversi Paesi europei dopo la traslazione delle reliquie del santo da Myra a Bari (1087). Questo primo incontro è stato dedicato ai rapporti tra Italia e Francia, Paese, quest’ultimo, dove il culto per san Nicola ha lasciato notevoli testimonianze, soprattutto nelle Regioni della Lorena e della Normandia. La città di Bari, grazie alla presenza delle reliquie del Santo, è diventata da allora una tappa quasi obbligata nel flusso di pellegrini che dall’Europa centrosettentrionale si recavano in Terra Santa attraversando la Puglia, visitando anche il santuario di san Michele sul Gargano e dando vita al Cammino dell’Angelo e di San Nicola, un itinerario medievale che si collegava a quello compostellano.

© Avvenire, 2 dicembre 2010

Prossimi eventi