Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Indice degli articoli

«Lasciatemi cantare, sono italiana». «No, sei africana»

Una liceale figlia di genitori africani ma con la cittadinanza del nostro Paese si è vista rifiutare la partecipazione a un concorso canoro a Verona perché per l'organizzatore «ci sono anche cinesi nati in Italia ma non sono italiani». E si riaccende il dibattito sullo ius soli (anche se in questo caso non c'entra)

Jihadismo, 10 cose da sapere. Chi c’è dietro e come si combatte

Dieci cose da sapere su un fenomeno che, dal 2014, ha profondamente trasformato le nostre città e le nostre vite: il jihadismo. Abbiamo chiesto al professore Paolo Branca, esperto di islam e docente all'Università Cattolica di Milano, di stilarci un decalogo sugli aspetti più importanti del fenomeno, da dove nasce, come si trasforma, chi c'è dietro e come e chi lo deve combattere

Gargano insanguinato. Mons. Castoro: “Questa terra ha bisogno di Vangelo e testimoni credibili”

Quattro morti a San Marco in Lamis, fra cui due ignari contadini. L'arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo riflette sulla realtà locale a partire dalla cronaca nera. La criminalità rovina una terra potenzialmente ricca e una società vivace. "Qui ognuno cerca di fare la sua parte. Non possiamo arrenderci". Il ruolo delle istituzioni, i compiti di una Chiesa "missionaria", aperta, "in uscita"

Santa Chiara, la nobile bambina che imitò Francesco abbracciando la povertà

Sette anni dopo il gesto di Francesco che si spogliò delle vesti, Chiara della nobile e ricca famiglia degli Offreducci fugge da casa per raggiungerlo alla Porziuncola dove il Poverello le fa tagliare i capelli e indossare il saio francescano. Poi si rifugia nella Chiesa di San Damiano, in cui fonda l'Ordine femminile delle «povere recluse», le Clarisse, ottenendo da Gregorio IX il «privilegio della povertà»

Senza giovani l'Italia non riparte

Per l'economista Luigino Bruni qualche decimale in più di Pil non significa ripresa. Il nostro Paese è "vecchio e sazio", serve una grande piano per l'occupazione giovanile

Appunti di viaggio... ultimo giorno

Sono al mio ultimo resoconto…. “notturno”. È stato l’ultimo giorno qui a San Pietroburgo. Intenso, faticoso, meraviglioso. Intenso e faticoso, perché do’ un’occhiata al programma della giornata e mi rendo conto che non ci sarà un momento di pausa. Meraviglioso perché ho potuto verificare – se ce ne fosse stato ancora bisogno – che la devozione a San Nicola nel popolo russo è profondamente radicata.

Appunti di viaggio... primo giorno

Chiamato a "documentare" un evento che non esiterei a definire "storico" non solo per la nostra Chiesa locale ma anche e soprattutto per un dialogo ecumenico frutto di tanti piccoli passi che solo occhi e cuori inesperti possono considerare banali e insignificanti, mi ritrovo invece a "raccontare" queste prime ore in terra di Russia come membro della Delegazione cattolica per il ritorno della reliquia di San Nicola a Bari

Prossimi eventi