Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Indice degli articoli

Padre Pio, cent'anni fa le stimmate: oggi la commemorazione

Il 20 settembre 1918 apparvero i segni della Passione di Gesù. «Sono un'indicazione, una voce che ci parla della sofferenza di Dio e della sofferenza dell’uomo. Sono provocazioni irruenti che pungono il nostro pensare». Le celebrazioni a San Giovanni Rotondo

Xenofobia e razzismo sono "incompatibili con l'essere cristiani"

Le Chiese sono in prima linea nella lotta contro la xenofobia e il razzismo. E’ quanto emerge dal messaggio finale della Conferenza internazionale “Xenofobia, razzismo e nazionalismo populista nel contesto della migrazione globale” che si conclude oggi a Roma

San Gennaro, dal martirio al miracolo del sangue: le cose da sapere

È uno dei Santi più amati grazie anche alla fede calorosa dei napoletani che lo hanno eletto a patrono della città dopo averla salvata da pestilenze ed eruzioni del Vesuvio. Vescovo di Benevento, amato da cristiani e pagani, fu martirizzato sotto Dioclezano. Il miracolo della liquefazione del sangue avviene tre volte l’anno nella città partenopea

Papa ai giovani: seguite Gesù quando la Chiesa fiorisce e quando è in crisi

Il Papa ha incontrato lunedì 17 settembre una ventina di giovani della diocesi di Grenoble-Vienne. Il contenuto dell’udienza privata è stato reso noto oggi e spazia dai temi della sessualità all’impegno dei cristiani nella società. L’esortazione di Francesco ai ragazzi: “Seguire Gesù sempre, quando la Chiesa fiorisce e quando è in crisi”

Il Papa: il pastore è umile, compatisce e prega se è accusato

Papa Francesco, nell’omelia della Messa a Casa Santa Marta, ricorda che Gesù, icona del pastore, aveva autorità per la sua umiltà e per la compassione che esprimeva in mitezza e tenerezza. “Anche noi pastori” dobbiamo essere vicini alla gente, non ai potenti o gli ideologi “che ci avvelenano l’anima”

Un Sinodo in ascolto di tutti i battezzati

Presentata in Sala Stampa Vaticana l'Episcopalis communio di Papa Francesco. Comunione, collegialità, coinvolgimento e ascolto di tutto il Popolo di Dio, ecumenismo sono le caratteristiche e allo stesso tempo le chiavi di lettura della Costituzione Apostolica

Xenofobia, razzismo, nazionalismi. Mons. Duffé (Vaticano): sistemi inaccettabili, sono cultura della morte

Comincia oggi a Roma la “Conferenza mondiale su xenofobia, razzismo e nazionalismi populisti nel contesto delle migrazioni globali”. È la prima volta che il Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale e il World Council of Churches (Wcc), promuovono insieme un evento, in collaborazione con il Pontificio Consiglio per l’unità dei cristiani. Segno che le sfide sono importanti e urgente è l’azione delle Chiese. Mons. Duffé al Sir: “Il razzismo è un pensiero che stabilisce una superiorità dell'uno sull'altro. È un sistema inaccettabile che dovrebbe essere denunciato come una cultura della morte. Il populismo è uno sfruttamento politico delle paure collettive: annuncia un futuro per alcuni e un'esclusione per gli altri. La nostra speranza cristiana è invece rivolta a tutti senza discriminazione”

"Non abbiate paura di denunciare. Abbiamo bisogno di uomini e donne veri"

Ricordando a Palermo il sacerdote ucciso dalla mafia il Papa parla ai giovani e li sprona a non stare in poltrona, già pensionati, ma di inseguire i propri sogni. Senza cedere alla disperazione del non può cambiare nulla e appassionandosi alla legalità, al servizio verso gli altri, all'accoglienza

"Ci sia sempre un Crocifisso nelle vostre case"

Il Papa all'Angelus ne regala 40 mila: "Non è un oggetto ornamentale ma il simbolo della nostra fede". E ricorda ancora una volta padre Puglisi: "Il suo esempio continui a illuminare tutti noi"

Assemblea-Convegno Diocesano 2018 “Passaggio di Testimone”

La Chiesa di Bari-Bitonto è ripartita vivendo il convegno-festa diocesano, di sabato 15 settembre 2018, presso la Basilica Santuario dei SS. Medici in Bitonto, coordinato dal Servizio per la Pastorale giovanile e dall’Ufficio per la pastorale familiare.Una assemblea diversa rispetto al passato: una intera giornata di ascolto e di dialogo, di preghiera e di festa

Mons. Cacucci da Bitonto (intervista): "Orientare il cammino della chiesa diocesana secondo quello che lo Spirito suggerirà"

A Bitonto, presso il Santuario dei Santi Medici, la chiesa di Bari-Bitonto è riunita per tracciare le linee e le prospettive del nuovo anno pastorale. "Passaggio di testimone" è il titolo della giornata con cui l'Arcivescovo Francesco Cacucci ha proposto una modalità differente rispetto alle consuete Assemblee diocesane degli anni passati in cui presentava il programma pastorale

Don Michele Birardi sul 'Passaggio di testimone' del 15 settembre a Bitonto

L’Assemblea diocesana con cui ogni anno la chiesa locale apre l’anno pastorale per il 2018 sarà diversa rispetto al passato. Gli operatori pastorali, i sacerdoti, i consacrati, le suore, le famiglie, i giovani dell’arcidiocesi di Bari-Bitonto al Santuario dei Santi Medici di Bitonto il 15 settembre vivranno una giornata ricca di dialogo, riflessione e prospettive. Insieme all’arcivescovo Francesco Cacucci si troveranno gli spunti per il nuovo anno, dopo quello trascorso basato sul dialogo intergenerazionale

A Bari il Meeting del volontariato: la lotta alle povertà si fa con l’alleanza tra profit e no profit

1.300 volontari, di oltre 140 associazioni no profit, si ritroveranno fino al 16 settembre all’interno della Fiera del Levante di Bari sotto lo slogan “Fieri di esserci! Volontari per il cambiamento”. “Fin dalle sue origini l’evento si propone quale vetrina dell’associazionismo, per dare evidenza all’operato delle migliaia di uomini e donne che donano il proprio tempo ed energie alla comunità” spiega la presidentessa del Csv San Nicola, Rosa Franco

Video Il Papa e i Patriarchi a Bari in preghiera per la Pace in Medio Oriente

Sabato 7 luglio 2018 a Bari, Papa Francesco, con i Patriarchi e i Capi delle Chiese in Medio Oriente hanno pregato insieme al popolo presso il Lungomare di Largo Giannella e presso la Basilica di San Nicola, per la Pace. Questo video/slide fotografico ripercorre i momenti più salienti e significativi, accompagnato dall'inno ufficiale dell'evento "All'Agnello gloria", composto per l'occasione dal M° Maurizio Lieggi

Papa a Palermo. Biagio Conte: “La Chiesa deve camminare unita e diventare esempio per tutta la società”

Viaggio nella Missione Speranza e Carità di fratel Biagio Conte, uno dei momenti culminanti del viaggio del Papa a Palermo. Nella mensa della Cittadella del Povero e della Speranza pranzerà con più di 1.500 persone. All'ingresso una scultura di gesso di padre Puglisi. La preghiera e un momento di riposo nella "Casa di preghiera di tutti i popoli". Francesco arriverà alle 13.30, dopo la prima tappa a Piazza Armerina e la Messa al Foro Italico. Alle 15 è atteso a Brancaccio, per la seconda parte della giornata palermitana

San Giovanni Crisostomo, l'oratore instancabile

Il soprannome “crisostomo, bocca d’oro”, gli fu dato dai bizantini per la sua straordinaria eloquenza oratoria. È dottore della Chiesa, fu patriarca di Costantinopoli, dove venne deposto da un gruppo di vescovi ed esiliato, ed è venerato anche dagli ortodossi. Severi i suoi sermoni contro vizi, tiepidezze e gli ecclesiastici troppo attaccati alle ricchezze

Un ego eccessivo «è una schiavitù che incatena più di una prigione»

Papa Francesco spiega il terzo comandamento e mette in relazione il giorno in cui si santifica la festa con quanto rischia di paralizzare la nostra anima: «Non c’è tregua per il goloso e il lussurioso che devono vivere di piacere; l’ansia del possesso distrugge l’avaro; il fuoco dell’ira e il tarlo dell’invidia rovinano le relazioni»

Metropolita Emmanuel (Patriarcato Ecumenico), “è con il dialogo che la fede diventa un vettore di pace”

Il Metropolita Emmanuel di Francia parla al Sir dell’incontro al Fanar tra il Patriarca di Costantinopoli Bartolomeo e il Patriarca Kirill di Mosca. “Posso confermare che il Patriarcato ecumenico - consapevole della propria responsabilità come Chiesa Madre e rispondendo alle sollecitazioni degli ucraini stessi - dopo uno studio approfondito della questione, ha preso la decisione di avviare il processo di concessione di autocefalia alla Chiesa ortodossa dell'Ucraina come soluzione alla divisione degli ortodossi del Paese”

Prossimi eventi