Arcivescovo

S.E. Giuseppe

Satriano

IN AGENDA

Il Papa apre gli Stati generali della natalità

Appuntamento venerdì 14 maggio, a Roma. «Si tratta di un grande meeting dedicato al futuro», spiegano i promotori. L'evento è stato voluto dal presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari, Gigi De Palo, per «mettere attorno a un tavolo istituzioni, imprese, media e mondo della cultura per approfondire la sfida dell’inverno delle culle vuote»

Si svolgono venerdì 14 maggio. Sono stati fortemente voluti dal presidente del Forum delle Associazioni familiari Gigi De Palo per dare «una nuova consapevolezza» al Paese, specialmente ora, in un momento in cui il Paese sta cercando di rimettersi in piedi, di ripartire. «Per questo abbiamo organizzato, per la prima volta in Italia, gli "Stati Generali della Natalità"».

L'evento sarà aperto da papa Francesco. Lo ha annunciato il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni. Il programma prevede che Jorge Mario Bergoglio arrivi presso la struttura in via della Conciliazione per dar inizio ai lavori dell’incontro dedicato al destino demografico dell’Italia e del mondo: un tema reso ancora più d’attualità dagli effetti drammatici della pandemia, che ha portato oltre un milione di famiglie povere in più nel Paese. Gli Stati Generali sono stati convocati dal presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari, Gigi De Palo, per «mettere attorno a un tavolo le istituzioni, le imprese, i media e il mondo della cultura per approfondire la sfida dell’inverno demografico e sollecitare una nuova narrazione sul tema della natalità». 

Da oltre un decennio, infatti, denuncia il Forum, «l’Italia è un Paese sempre più anziano e meno popolato, affetto da carenze strutturali e legislative a livello fiscale, economico e sociale che si riversano sul crollo delle nascite. Tutto questo, di fronte all’imperdibile opportunità rappresentata dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), appena consegnato dal Governo italiano, su mandato del Parlamento, all’Unione Europea». 

Dopo l’intervento del Santo Padre, sono previsti i saluti istituzionali della ministra per la Famiglia, Elena Bonetti, del ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Subito dopo il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo presenta dati inediti e proiezioni sulla natalità in Italia nei prossimi decenni.Seguono tre tavoli tematici: uno dedicato al mondo delle imprese, uno alle banche e alle assicurazioni, uno al mondo dei media, sport e spettacolo. Tra gli ospiti i vertici di aziende come Poste Italiane, Open Fiber, Rai, Enel, Federcasse, Lux Vide, Generali Italia e Fondazione Mediolanum Onlus. Non mancano nel dibattito gli interventi di giornalisti, tra cui il direttore di AvvenireMarco Tarquinio, l’editorialista del Corriere della Sera, Aldo Cazzullo, la giornalista di Repubblica Annalisa Cuzzocrea. Parleranno di famiglia e natalità, tra gli altri, il calciatore Ciro Immobile, attaccante della Lazio, insieme alla moglie Jessica e l’attrice Anna Foglietta.

Chiara Pellizzoni

© www.famigliacristiana.it, martedì 4 maggio 2021

Crisi demografica, Papa Francesco e il premier Draghi agli Stati Generali della Natalità

 

Sarà Papa Francesco ad aprire, il prossimo venerdì 14 maggio nel foyer dell’Auditorium della Conciliazione a Roma, la prima edizione degli Stati Generali della Natalità.

Un grande meeting dedicato al futuro della demografia in Italia, che intende lanciare un appello alla corresponsabilità per far ripartire il Paese a partire da nuove nascite.

Il Santo Padre arriverà alle 9.15 nella struttura in via della Conciliazione per aprire l’incontro dedicato al destino demografico dell’Italia e del mondo. Un tema reso ancor più d’attualità dagli effetti drammatici della pandemia, che ha portato oltre un milione di famiglie povere in più nel Paese.

Gli Stati Generali sono stati convocati dal presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari, Gigi De Palo, per mettere attorno a un tavolo le istituzioni, le imprese, i media e il mondo della cultura per approfondire la sfida dell’inverno demografico e sollecitare una nuova narrazione sul tema della natalità. 

Da oltre un decennio l’Italia è un Paese sempre più anziano e meno popolato, affetto da carenze strutturali e legislative a livello fiscale, economico e sociale che si riversano sul crollo delle nascite. Tutto questo, di fronte all’imperdibile opportunità rappresentata dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), appena consegnato dal Governo italiano, su mandato del Parlamento, all’Unione Europea.

All’evento presenzierà anche – lo ha confermato proprio oggi Palazzo Chigi – il presidente del Consiglio Mario Draghi.

Sono previsti inoltre i saluti istituzionali della ministra per la Famiglia, Elena Bonetti, del ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Subito dopo il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo presenterà dati inediti e proiezioni sulla natalità in Italia nei prossimi decenni.

Seguiranno tre tavoli tematici: uno dedicato al mondo delle imprese, uno alle banche e alle assicurazioni, uno al mondo dei media, sport e spettacolo.

Tra gli ospiti i vertici di aziende come Poste Italiane, Open Fiber, Rai, Enel, Federcasse, Lux Vide, Generali Italia e Fondazione Mediolanum Onlus.

Non mancheranno nel dibattito gli interventi di giornalisti, tra cui il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, l’editorialista del Corriere della Sera, Aldo Cazzullo, la giornalista di Repubblica Annalisa Cuzzocrea. Parleranno di famiglia e natalità, tra gli altri, il calciatore Ciro Immobile, attaccante della Lazio, insieme alla moglie Jessica, e l’attrice Anna Foglietta.

Gli Stati Generali della Natalità si concluderanno attorno alle 13.30.

Il programma completo è consultabile sul sito dell’evento al seguente link.

Seguite la pagina https://fb.me/e/15h6QtKFW per condividere i contenuti che saranno pubblicati ogni giorno

Prossimi eventi