Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Il Papa chiede di pregare per i diaconi, “non sacerdoti in seconda”

Il “Video del Papa” di questo mese è incentrato su una figura speciale all’interno del clero, quella dei diaconi. Francesco chiede di pregare per loro affinché siano “un segno vivificante per tutta la Chiesa”

I diaconi partecipano in una maniera particolare alla missione e alla grazia di Cristo. A loro è rivolta l’intenzione di preghiera di Papa Francesco per il mese di maggio. “Non sono sacerdoti in seconda” ma “guardiani del servizio nella Chiesa”:

“I diaconi non sono sacerdoti in seconda. Fanno parte del clero e vivono la loro vocazione in famiglia e con la famiglia. Si dedicano al servizio dei poveri che portano in sé il volto di Cristo sofferente. Sono i guardiani del servizio nella Chiesa. Preghiamo affinché i diaconi, fedeli al servizio della Parola e dei poveri, siano un segno vivificante per tutta la Chiesa.”

Il diaconato

Sono tre i gradi del sacramento dell’Ordine Sacro: episcopato, presbiterato e diaconato. Ai diaconi, si legge nel Catechismo della Chiesa cattolica, “compete, tra l'altro, assistere il vescovo e i presbiteri nella celebrazione dei divini misteri, soprattutto dell'Eucaristia, distribuirla, assistere e benedire il matrimonio, proclamare il Vangelo e predicare, presiedere ai funerali e dedicarsi ai vari servizi della carità”. Dopo il Concilio Vaticano II “la Chiesa latina ha ripristinato il diaconato come un grado proprio e permanente della gerarchia, mentre le Chiese d'Oriente lo avevano sempre conservato”. “Il diaconato permanente, che può essere conferito a uomini sposati - si sottolinea nel Catechismo della Chiesa Cattolica - costituisce un importante arricchimento per la missione della Chiesa”. Nel mondo, i diaconi permanenti sono quasi 47 mila.

Diaconato e Sinodo sull’Amazzonia

Quello del diaconato è stato uno dei temi affrontati durante il Sinodo dei Vescovi per la regione Pan-Amazzonica tenutosi in Vaticano dal 6 al 27 ottobre scorsi. “Il diaconato – si legge nel documento finale - oggi deve anche promuovere l’ecologia integrale, lo sviluppo umano, la pastorale sociale, il servizio a chi si trova in condizioni di vulnerabilità e povertà, configurandolo a Cristo Servo, diventando una Chiesa misericordiosa, samaritana, solidale e diaconale”.

Ascolta il servizio con la voce del Papa

Il Video del Papa e la Rete Mondiale di Preghiera

Il Video del Papa è un’iniziativa ufficiale di portata globale per diffondere le intenzioni di preghiera mensili del Santo Padre. È sviluppata dalla Rete Mondiale di Preghiera del Papa (già Apostolato della Preghiera). La Rete Mondiale di Preghiera del Papa è una opera pontificia. La sua missione è pregare e vivere le sfide dell’umanità e della missione della Chiesa. Queste sfide, individuate dal Papa, si esprimono sotto forma di intenzioni di preghiera che il Pontefice affida a tutta la Chiesa. Fondata nel 1844 come Apostolato della Preghiera, è presente in 98 Paesi.

Amedeo Lomonaco – Città del Vaticano

© www.vaticannews.va, martedì 5 maggio 2020

Prossimi eventi