Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

IMU 2012: altra documentazione utile.

COMUNICAZIONE (n.2/2012) Documenti utili per gli adempimenti IMU 2012.Bari, 19 dicembre 2012

Decreto 200/2012 sull'esenzione dall'IMU per le  unita'  immobiliari  destinate  ad  un'utilizzazione mista, nei casi in cui non sia  possibile  procedere,  ai  sensi  del comma 2 del citato articolo 91-bis, all'individuazione degli immobili o delle porzioni di immobili adibiti esclusivamente allo  svolgimento delle attivita' istituzionali con modalita' non commerciali.

Risoluzione 1 del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 3 dicembre 2012 su alcune problematiche relative al Regolamento 200/2012

Slides su IMU al Convegno della Curia di Milano

Applicativo aggiornato dell'Avvocatura della Curia di Milano

SALE della COMUNITA' - regime IMU - circolare dell'ACEC del 7 dic 2012

Risposta ad interrogazione parlamentare su IMU-Scuole paritarie

                                   

                                           :.:.:.:.::.:.:.:.::.:.:.:.::.:.:.:.:

 

COMUNICAZIONE SINTETICA NON ESAUSTIVA (n.1/2012)
RELATIVA AGLI ADEMPIMENTI IMU 2012.
Bari, 16 novembre 2012

--- SOMMARIO ---

- PREMESSE GENERALI PER TUTTI I CASI

- PARTE A - GLI EDIFICI DI CULTO E LE PERTINENZE (canonica, salone parrocchiale, ambienti pastorali, oratorio e campo sportivo utilizzati solo dalla parrocchia) E GLI ALTRI IMMOBILI UTILIZZATI PER ATTIVITÁ DI RELIGIONE E CULTO

- PARTE B - GLI IMMOBILI UTILIZZATI ESCLUSIVAMENTE PER LO SVOLGIMENTO CON “MODALITÀ NON COMMERCIALI” DI ATTIVITÀ ASSISTENZIALI, PREVIDENZIALI, SANITARIE, DIDATTICHE, RICETTIVE, CULTURALI, RICREATIVE E SPORTIVE.

Vai al documento

Vai al modello - alle istruzioni

 __________________________________

Aggiornamento interlocutorio del 10 novembre

Il termine per la presentazione della Dichiarazione già prorogato al 30 novembre 2012 sarà probabilmente spostato al 4 febbraio 2013 per effetto di un emendamento proposto nei giorni scorsi in sede di conversione del D.L. 174/2012. La conferma della nuova scadenza sarà pubblicata quando il suddetto D.L. sarà stato convertito in legge.

Per gli immobili esclusivamente utilizzati per le attività di rilevante valore sociale (previdenziali, assistenziali, sanitarie, didattiche, culturali, ricreative, sportive), restiamo comunque in attesa della pubblicazione del Decreto Ministeriale che dovrà precisare quando l’attività è svolta con “modalità non commerciali”.

                              _____________________________

Le Finanze non escludono l’ipotesi di una ulteriore proroga del termine di presentazione della dichiarazione IMU

Il direttore generale delle Finanze, nel corso di un’audizione in commissione parlamentare di vigilanza sull’Anagrafe tributaria, ha affermato di non poter escludere una ulteriore proroga del termine di presentazione della dichiarazione IMU. Il termine è attualmente fissato al 30 novembre, ma mancano ancora il modello e le istruzioni. La bozza del modello è stata nel frattempo pubblicata sul sito web del ministero dell’Economia, aprendo una pubblica consultazione. Il modello definitivo potrebbe essere pubblicato solo a inizio novembre. Per tale motivo, una nuova proroga si potrebbe rendere necessaria.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Bari, 25 ottobre 2012

__________________________

 

IMU - Modello DICHIARAZIONE in bozza.

In base allo schema di decreto ministeriale di approvazione del modello e delle istruzioni il Dipartimento delle finanze ha elaborato la bozza del modello di dichiarazione e delle istruzioni per la relativa compilazione.

Gli interessati sono invitati a trasmettere entro il 19 ottobre 2012 contributi e osservazioni ritenuti utili ai fini della predisposizione definitiva del modello di dichiarazione e delle relative istruzioni.

Per il corretto invio dei contributi è necessario rispondere, entro 24 ore, all'email che verrà inviata a completamento della procedura.

La partecipazione alla consultazione non costituisce alcun titolo, condizione o vincolo rispetto a eventuali decisioni del Dipartimento delle finanze.

Una sintesi degli esiti sarà pubblicata al termine della consultazione.

Per inviare un contributo clicca qui

(dal sito del Dipartimento delle Finanze)

_________________________

Oggi, 5 ottobre, giunge la notizia che la scadenza

è stata prorogata al 30 novembre 2012.

          Vi ricordo che, per agevolare la valutazione e la raccolta di tutti i dati necessari per la corretta e precisa compilazione della dichiarazione, nonché per archiviare tutte le notizie utili a contestare un futuro atto di accertamento, può essere utilizzato l’applicativo, già segnalato in altre due comunicazioni, presente nella homepage del portale della Chiesa di Milano (http://www.to.chiesadimilano.it/exlege/imu). Bisogna registrarsi fornendo alcuni pochi dati necessari.

          Questo strumento è aggiornato alla normativa vigente alla data odierna; qualora entro la scadenza della dichiarazione sopravvengano modifiche normative (in particolare il decreto che definisce le modalità di esercizio “non commerciale” con riferimento alle esenzioni di cui alla lettera i dell’articolo 7 del D.Lgs. 504/1992) il programma sarà tempestivamente adeguato dandone notizia sul portale.

===================

Ministero dell'Economia e delle Finanze

COMUNICATO STAMPA

Al Consiglio dei Ministri della prossima settimana

la proroga per la presentazione della dichiarazione IMU 2012           Al fine di assicurare ai contribuenti interessati un ragionevole periodo di tempo per l’adempimento, il Consiglio dei Ministri della prossima settimana valuterà la proposta del MEF di proroga del termine di presentazione della dichiarazione IMU per gli immobili per i quali l'obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2012.

           Sarà pubblicato a breve sulla Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze che approva il modello della dichiarazione IMU e le relative istruzioni per la compilazione.

Roma, 28 settembre 2012

===========================================

Ai Rev.mi PARROCI

e PRESIDENTI delle Associazioni/Confraternite.

 Oggetto: regolarizzazione urbanistico-catastale degli immobili.  Imposta Municipale Propria (IMU).  Seguito della mail dell'11 giugno 2012.

 Già in data 19 novembre 2010 (prot. n. 129, riportata in questo sito), vi abbiamo inviato una lettera sugli obblighi di regolarizzazione catastale.

Tali obblighi permangono in maniera perentoria e, ad ogni nuova disposizione riguardante gli immobili, si accresce la necessità di regolarizzare la situazione urbanistico-catastale.

1.      La situazione urbanistica si intende regolarizzata in presenza di rispondenza dello stato dei luoghi a quanto assentito/autorizzato dagli uffici tecnici comunali.

2.      La situazione catastale si intende regolarizzata in presenza del rispetto dello stato dei luoghi riguardo a superfici, volumi, distribuzione interna e destinazioni d’uso degli ambienti.

Per queste verifiche, è necessario avvalersi di un professionista con la qualifica di geometra/ingegnere/architetto, esperto in materia urbanistica edilizia.

Queste considerazioni, già valide per il passato, hanno trovato conferma anche a seguito dell’entrata in vigore della disciplina IMU e, pertanto, si ribadisce la ASSOLUTA NECESSITÁ di regolarizzare i fatti urbanistici e catastali, d’intesa con gli uffici di Curia. Si prega di non firmare nessun documento prima di averlo fatto vedere alla Sezione tecnica della Curia.

Si precisa che, per le regolarizzazioni di immobili appartenenti agli enti ex beneficiali, rimasti nella titolarità dell’Istituto diocesano per il Sostentamento del Clero, queste devono essere fatte a firma del Presidente dell’IDSC ed a cura/spese proprie.

Nelle more delle preannunciate precisazioni governative, specialmente in presenza di non coincidenza tra l’Ente proprietario e l’Ente utilizzatore di immobili o di parti, Vi preghiamo di illustrare la situazione a questo Ufficio Amministrativo mediante mail (amministrativo@odegitria.bari.it), per valutare insieme il da farsi.

     In caso di accertamento d’ufficio sull’imposta IMU, condotto sulla base della destinazione d’uso catastale in riferimento alla categoria attribuita (A, B, C…), occorre considerare che - ai fini della imposizione fiscale -  l’utilizzo di fatto prevale sulla categoria catastale attribuita all’immobile. In tal caso occorrerà dimostrare l’uso pastorale dell’immobile.

    Cordiali saluti.

   don Gaetano Coviello

______________________________________________

Bari, 11 giugno 2012

AI REV.MI PARROCI DELLA ARCIDIOCESI DI BARI-BITONTO

Carissimi, vi offriamo un applicativo da consultare ai fini di un sostanzioso aiuto per la valutazione di alcune nostre situazioni riguardo alle tassazioni degli immobili.

Crediamo che tale materiale ci sarà utile anche nell’immediato futuro, oltre la 1a scadenza di pagamento. Anche qui in Diocesi organizzeremo un paio di incontri sull’argomento appena possibile.

Se ci sono domande è bene farle pervenire via mail al consueto indirizzo, non per telefono, per motivi di chiarezza nella domanda e nella risposta.

Più sotto la mail con le indicazioni, che abbiamo girato alla casella postale di ciascuna Parrocchia, con allegate alcune importanti slides ed una nota sulle Sale della Comunità, fornita dall'ACEC.

Cordiali saluti.

don Gaetano Coviello

__________________________________________________

Arcidiocesi di Milano

Curia Arcivescovile

Avvocatura

 

Prot. n. 385/12

Milano, 5 giugno 2012

 

Reverendo Economo,

Egregi Collaboratori,

                                   questa mattina è stato pubblicato sul portale della Diocesi di Milano un applicativo preparato dall’Avvocatura per aiutare le parrocchie a riconoscere se gli immobili parrocchiali sono o meno soggetti alla nuova IMU e il loro regime IRES.

 

È possibile accedere all’applicativo ai seguenti indirizzi web:

http://www.to.chiesadimilano.it/exlege/imu

www.chiesadimilano.it/avvocatura

 

L’applicativo è gratuito e per utilizzarlo è sufficiente una registrazione online al primo accesso:

1      cliccare sull’icona “Registrati” e compilare i campi richiesti (scegliere un nome utente e una password che saranno utilizzati per i futuri accessi),

2      al termine della predetta operazione una mail (ricevuta all’indirizzo mail indicato dall’utente) comunicherà l’avvenuta registrazione,

3      completare il procedimento di registrazione cliccando sulle parole “clicca qui” che si trovano all’interno della suddetta mail.

Nei prossimi giorni saranno pubblicate nella pagina dell’Avvocatura (www.chiesadimilano.it/avvocatura) le slides presentate in occasione dell’odierno convegno “Le novità della tassazione degli immobili:IRES e IMU“.

Queste slides sono necessarie per identificare correttamente il regime IMU 2012 e IRES degli immobili parrocchiali e sono all’origine dell’applicativo di cui sopra.

 Si rammenta che entro il 18 giugno 2012 tutte le parrocchie (come gli altri contribuenti IMU) devono provvedere al versamento della prima rata della nuova IMU per tutti gli immobili che relativamente all’anno 2012 non godono del regime di esenzione.

Cordialmente.

 Don Lorenzo Simonelli

Avvocato Generale

 

Prossimi eventi