Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Profilo

La Curia Diocesana consta di quelle persone e uffici che più da vicino collaborano col Vescovo nel suo ufficio pastorale, e con lui formano quasi una cosa sola (EI 200), soprattutto nel dirigere l'attività pastorale, nel curare l'amministrazione della diocesi, come pure nell'esercitare la potestà giudiziaria (CIC 469). Essa è organo di studio, di elaborazione e di esecuzione del piano pastorale, che il Vescovo esamina e delibera con l'assistenza dei suoi consigli (EI 200) .
II Vescovo, al quale spetta la nomina di coloro che esercitano un ufficio nella curia diocesana (CIC 470), sceglie persone che si distinguano per competenza nella materia sia per pietà e zelo pastorale. Inoltre, se si tratta di presbiteri, li spinge ad esercitare contemporaneamente qualche ministero di cura d'anime (EI 200).
Tutti coloro che sono ammessi agli uffici della curia devono promettere di adempiere fedelmente l'incarico secondo le modalità determinate dal diritto o dal Vescovo e osservare il segreto nei limiti e secondo le modalità determinate dal diritto o dal Vescovo (CIC 471).
É compito della Curia Diocesana nel suo insieme essere garante e custode della continuità di disciplina e di prassi della chiesa locale in fatto di governo e amministrazione diocesana, al di sopra del succedersi delle persone e del rinnovarsi delle istituzioni particolari (EI 200).
 

La Curia Diocesana dell'Arcidiocesi di Bari-Bitonto è diretta e regolata dal Vicario generale, a ciò espressamente incaricato dall'Arcivescovo, in quanto Moderatore di curia, a norma del Diritto Canonico. (can. 473, 2)
La Curia Arcivescovile si articola in Vicariato generale e Settori. Ciascun Settore ha un suo Direttore, con il compito di coordinare fra di loro gli uffici del proprio settore e di collaborare più immediatamente con il Vicario generale perché l'attività degli uffici di curia sia tutta orientata alle mete determinate dall'Arcivescovo con i suoi organismi di consiglio.
All'interno dei settori si configurano uno o più uffici. I direttori degli uffici, insieme ai loro collaboratori, elaborano il loro programma di lavoro e lo verificano nell'ambito del settore, sotto la responsabilità del direttore di settore. Alcuni uffici fanno diretto e immediato riferimento al Vicario generale, in base all'organigramma di curia. Per favorire l'intesa e lo scambio di osservazioni fra i direttori dei diversi uffici, a mesi alterni, direttori di settore e direttori di ufficio si incontrano alla presenza del Vicario generale ed eventualmente dell'Arcivescovo. Gli uffici possono avere al loro interno delle sezioni per compiti particolari con un responsabile, che può essere persona diversa dal direttore dell'ufficio.
Due volte all'anno, alle riunioni plenarie di curia partecipano anche i responsabili di sezione.
Consulte, commissioni, èquipes di studio o di lavoro e simili possono essere autonomamente costituite dai direttori di ufficio, a scopo di consultazione o ausilio nel loro lavoro. I membri di tali organismi non fanno parte della curia diocesana, né i loro studi od elaborati sono espressioni di curia, cioè del governo pastorale del Vescovo. L'unica commissione di curia in senso proprio è quella per i beni culturali, i cui membri - sia quelli di diritto sia quelli cooptati a norma del suo regolamento - sono tutti di nomina arcivescovile.
 

I direttori di settori e di uffici sono nominati dall'Arcivescovo, a norma di diritto e a tempo determinato. I responsabili di sezione sono nominati, a tempo determinato, dal Vicario generale, per delega speciale dell'Arcivescovo, su proposta del direttore dell'ufficio competente.
Ogni ufficio ha un suo bilancio autonomo. I preventivi e i consuntivi annuali - e solo essi - devono avere il visto del direttore di settore, prima di essere presentati all'economo per l'approvazione da parte del consiglio per gli affari economici. Le spese sopportate dalle sezioni di ogni ufficio fanno parte integrante del bilancio annuale dell'ufficio stesso.

Curia Arcivescovile

Corso Alcide De Gasperi, 274/A  -  70125 Bari
 
Centralino
Sig.ra Anna Servadio
Tel. 080 5288111  -  080 5288200 - 202
Fax 080 5690230
Prossimi eventi