Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Le notti di Nicodemo. Dalla ricerca al dialogo

  • Tags Intervista
  • Quando 13/04/2015 dalle 19:00 alle 21:00 (Europe/Rome / UTC83)
  • Dove Cinema “Esedra” - Bari
  • Aggiungi un evento al calendario iCal

«La comunità evangelizzatrice sperimenta che il Signore ha preso l’iniziativa, l’ha preceduta nell’amore, e per questo essa sa fare il primo passo, sa prendere l’iniziativa senza paura, andare incontro, cercare i lontani e arrivare agli incroci delle strade per invitare gli esclusi. Vive un desiderio inesauribile di offrire misericordia, frutto dell’aver sperimentato l’infinita misericordia del Padre e la sua forza diffusiva» (Evangelii gaudium, 24).

Come ha scritto l’Arcivescovo, Mons. Francesco Cacucci, nella traccia pastorale “Rinascere all’Amore”: «Un modo concreto per realizzare questo impegno potrebbe essere quello di offrire alle nostre parrocchie e alla nostra città delle occasioni di dialogo per far emergere dubbi, incertezze o attese nei confronti della fede: occasioni che possono diventare vere e proprie opportunità. Una serie di incontri in cui mettere a nudo le periferie del cuore, che potremmo chiamare «Le notti di Nicodemo» da realizzare, per esempio, nel cuore della città».

Di seguito il programma dell’evento aperto a tutti con ingresso libero:

Lunedì 13 aprile 2015 - ore 19.00

Cinema “Esedra” - Bari

Oscar Iarussi intervista Sergio Claudio Perroni, scrittore

--------------------------------------

Renuntio vobis

Perroni Sergio Claudio

Un papa, sopraffatto dalla realtà, ha lasciato il soglio pontificio e si è ritirato a meditare in un remoto monastero benedettino. Un misterioso frate va a fargli visita e lo interroga sui motivi della sua scelta. Il pacato confronto tra i due religiosi si trasforma presto in scontro non solo dialettico: l’uno sostiene con veemenza le ragioni della propria rinuncia, l’altro lo incalza con l’accusa di avere abbandonato il gregge che gli era stato affidato, tradendo così il principio stesso della sua missione. Neppure il rivelarsi della natura inaudita dell’ospite placherà il contrasto tra i due – o forse tra le due anime di un pontefice rinunciatario che, come qualsiasi mortale cui brucino le proprie rese, si misura con la coscienza sino alle estreme conseguenze. Facendo parlare i personaggi di Renuntio Vobis esclusivamente con versetti del Vecchio e del Nuovo Testamento, Sergio Claudio Perroni affronta un evento della storia recente che ha sconcertato il mondo e ne fa un racconto avvincente in cui la parola biblica è, al tempo stesso, sublime strumento espressivo e attualissimo paradigma spirituale; un invito a fare memoria dell’assoluto, unico rimedio al nulla.

Prossimi eventi