Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Assemblea Diocesana 2016

Si è svolta a Bari, martedì 20 settembre, presso la Scuola Allievi della Guardia di Finanza la consueta Assemblea dell’Arcidiocesi di Bari-Bitonto, presieduta dall’Arcivescovo Mons. Francesco Cacucci per l’apertura del nuovo Anno Pastorale

 

L’Assemblea si è aperta alle ore 18.00 con l’annuncio da parte del vescovo della visita a Bari di Sua Santità Bartolomeo I, Patriarca di Costantinopoli in occasione della Festa di San Nicola del 6 dicembre, un evento questo di grande significato ecumenico che segna la Chiesa di Bari-Bitonto e che contribuisce al dialogo tra la Chiesa Cattolica e la Chiesa Ortodossa.

Il Patriarca, il 5 dicembre mattina, nella Basilica di San Nicola, terrà la prolusione per l’inaugurazione dell’Anno Accademico 2016-2017 della Facoltà Teologica Pugliese, ricevendo il premio “San Nicola” da parte dell’Istituto Ecumenico.

Il giorno dopo, il 6 dicembre, nella stessa Basilica interverrà al termine della solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari-Bitonto.

Dopo l’annuncio, l’Assemblea ha avuto inizio con la “traccia pastorale” dettata dal Vescovo.

«Quest’anno, - ha ricordato - alla luce del cammino finora compiuto e della Settimana Liturgica Nazionale vissuta a Bari lo scorso anno sul tema «Eucaristia Matrimonio Famiglia», prolunghiamo la nostra riflessione sulla Carità, lasciandoci interrogare da una domanda: c’è un luogo, un ambito particolare in cui l’amore si specifica e prende volto?». L’esperienza umana insegna che la figura più compiuta paradigmatica dell’amore emerge nell’amore di sposo e sposa, che assume anche l’amore di amicizia. La Sacra Scrittura lo conferma, come ricorda Papa Francesco: «La Bibbia è popolata da famiglie, da generazioni, da storie di amore e di crisi familiari, fin dalla prima pagina, dove entra in scena la famiglia di Adamo ed Eva, con il suo carico di violenza ma anche con la forza della vita che continua (cfr Gen 4), fino all’ultima pagina dove appaiono le nozze della Sposa e dell’Agnello (cfr Ap 21,2.9)» (Papa Francesco, Esortazione apostolica postsinodale Amoris laetitia 8).

Papa Francesco si avvicina alle famiglie con premura, senza rinunciare a proporre il progetto di Dio. La Chiesa, ha detto il Papa, è un «ospedale da campo», ma anche punto di riferimento, «segno elevato fra le nazioni» per essere strumento di salvezza. Perciò ha voluto dedicare due anni al Sinodo sulla Famiglia. Né dobbiamo sottovalutare il fatto che, dopo il Sinodo, l’Esortazione apostolica sulla Famiglia sia stata offerta alla comunità cristiana nell’Anno giubilare della Misericordia (cf. AL 5).

Il nuovo Anno liturgico sarà vissuto con il cuore attento al Vangelo dell’amore nuziale che trova in Cristo e nella Santa Trinità l’origine e il fine della vocazione all’amore alla quale Dio chiama ogni donna e ogni uomo. Inoltre, da un punto di vista pastorale, sarà opportuno prendere in seria considerazione un maggiore coinvolgimento della comunità nei Matrimoni celebrati in parrocchia che spesso rischiano di apparire celebrazioni private. Un aiuto concreto può essere quello di coinvolgere la comunità parrocchiale, possibilmente attraverso coppie di animatori, nell’animazione liturgica della celebrazione del Matrimonio.

Nel cammino dell’anno liturgico la Chiesa di Bari-Bitonto si lascerà guidare e ispirare da dei “modelli” di “coppie bibliche” che daranno risalto ai vari momenti della vita di coppia: Maria e Giuseppe con la valorizzazione del tempo di fidanzamento e della scoperta della vita matrimoniale come vocazione; Abramo e Sara, come desiderio di dare «sapore» al proprio amore e occasione per la memoria del proprio Battesimo e richiamo alla responsabilità dei genitori verso i figli; Adamo ed Eva come bisogno di sentirsi perdonati e accolti ancora una volta e occasione per approfondire in comunità, con i pastori, il capitolo ottavo dell’Amoris Laetitia sulle vite ferite e sulle situazioni dette «irregolari»; il Giardino, segno biblico che compare sin dall’inizio della storia sacra, paradigma della ricerca e del dialogo di amore, che mette in luce diverse “coppie”: Adamo ed Eva, l’Amato e l’Amata (del Cantico dei Cantici), fino alla ricerca del Maestro da parte della Maddalena il primo giorno dopo il sabato per evidenziare il rapporto tra la mensa eucaristica e quella domestica e suggerire alle nostre famiglie un modo più cristiano di vivere la Festa dei sacramenti, nella sobrietà e aperta ad un segno concreto di carità; Isacco e Rebecca – Giacobbe e Rachele: ambedue, presso un pozzo, incontrano la futura sposa. Il pozzo, immagine della sete del cuore, diventa il luogo dove si incontra l’amore. Un’attenzione particolare sarà rivolta verso le giovani famiglie della Parrocchia. La celebrazione del Matrimonio non deve sigillare la fine di un rapporto tra la coppia e la comunità cristiana: la stessa premura che si riserva nella preparazione al Matrimonio deve continuare anche dopo.

Al termine dell'Assemblea, come consuetudine, l'Arcivescovo ha comunicato gli spostamenti e i nuovi incarichi per i sacerdoti della nostra diocesi:

Provvista parrocchie

  1. Don Antonio Lobalsamo, Parroco della Parrocchia Santissimo Salvatore in Capurso.
  2. Don Michele Camastra, Parroco della Parrocchia Santa Maria delle Grazie in Casamassima
  3. Don Salvatore De Pascale, Parroco della Parrocchia Immacolata in Adelfia-Canneto
  4. Don Valentino Campanella, Parroco della Parrocchia San Giuseppe Moscati in Triggiano
  5. Don Domenico Pietanza, Parroco della Parrocchia Santa Maria Annunziata in Cellamare
  6. Don Ambrogio Avelluto, Parroco della Parrocchia Mater Ecclesiae in Bari
  7. Don Angelo Arboritanza, Parroco della Parrocchia Santissimo Crocifisso in Triggiano
  8. Don Andrea Magistrale, Vicario parrocchiale della parrocchia S. Michele Arcangelo in Bitetto
  9. Don Alfredo Gabrielli, Vicario parrocchiale della Parrocchia Santa Maria delle Grazie in Cassano
  10. Don Nicola Flavio Santulli, Vicario parrocchiale della Parrocchia Santa Maria Veterana in Triggiano
  11. Diac. Antonio Lattanzio, collabora presso la Parrocchia Santissimo Sacramento in Bitonto

Provvista Religiosi

  1. Don Tommaso Gigliola, sdc, Parroco della Parrocchia Maria Santissima Addolorata in Bari
  2. Don Aldo Mosca, sdc, Cappellano moderatore presso il Politecnico di Bari
  3. Don Santino Maisano, sdc, Cappellano presso il Politecnico di Bari
  4. P. Vito Dipinto ofm, Parroco della Parrocchia S. Antonio in Bari
  5. P. Luigi Lauriola ofm, Vicario parrocchiale della parrocchia S. Antonio in Bari
  6. P. Roberto Palmisano ofm, Parroco della parrocchia S. Leone Magno in Bitonto
  7. P. Leonardo Civitavecchia ofm, Vicario parrocchiale della Parrocchia S. Leone in Bitonto
  8. P. Gianluca Capitaneo ofm, Amministratore parrocchiale della Parrocchia Santa Maria di S. Luca in Valenzano
  9. Don Oliviero Magnone, Parroco della Parrocchia Preziosissimo Sangue in S. Rocco in Bari

 

Nomine

 

  1. Don Carlo Lavermicocca, Direttore Ufficio Scuola
  2. Don Vito Carone, Direttore Ufficio Chiesa e Mondo della Cultura
  3. Don Cosimo Memoli, Cappellano del Compartimento Ferrovie dello Stato

Scarica la traccia pastorale del Vescovo

Scarica la scheda biografica di Bartolomeo I

Prossimi eventi