Arcivescovo

S.E. Giuseppe

Satriano

IN AGENDA

81ª Giornata del Seminario - 58ª Giornata Mondiale di preghiera per le Vocazioni

Domenica 25 aprile 2021

Il prossimo 25 aprile, ricorre la 58ª Giornata Mondiale di preghiera per le Vocazioni. Nella IV domenica di Pasqua tutta la Chiesa è invitata a pregare e riflettere sul dono della Vocazione, quella battesimale che ci ha resi figli amati e quella che determina la modalità personale di servire il Signore nella consacrazione, nel sacerdozio o nel matrimonio.

In questa Giornata siamo chiamati tutti a rinnovare il nostro sì al Signore e a ringraziarlo per il dono della vocazione fatto a ciascuno; questa sia un’occasione perché a tutti, dai più piccoli ai più grandi, possa arrivare, attraverso diversi momenti pastorali e buoni testimoni, un annuncio vocazionale significativo e credibile.

Quale miglior occasione, quindi, per poter recuperare la celebrazione della Giornata del Seminario che non abbiamo potuto vivere a Gennaio, come da consuetudine, perché impegnati in quei giorni ad accogliere il nuovo Arcivescovo.

Proprio mons. Satriano ci ha consegnato nel messaggio per l’81ª Giornata del Seminario degli interrogativi che coinvolgono ogni membro della comunità cristiana: “Come vivo la mia testimonianza di credente? Come vivo la mia vocazione? Quale impegno metto a frutto per annunciare, suscitare e curare una sensibilità vocazionale nelle realtà esistenziali della quotidianità?“.

Interrogativi che ricordano a ciascuno di noi che il curare e accompagnare la vita dei più giovani e di quanti si pongono in ricerca è responsabilità di tutti. “Tutti siamo parte del grande mosaico di Dio, al cui interno siamo tessera preziosa, indispensabile e unica” (Dal Messaggio per la Giornata del Seminario).

Anche il messaggio per la 58ª Giornata mondiale di preghiera per le Vocazioni di Papa Francesco ci ricorda che attraverso la santità della propria vita ognuno è chiamato a essere animatore vocazionale: “A questo tendono le vocazioni: a generare e rigenerare vite ogni giorno. Il Signore desidera plasmare cuori di padri, cuori di madri: cuori aperti, capaci di grandi slanci, generosi nel donarsi, compassionevoli nel consolare le angosce e saldi per rafforzare le speranze. Di questo hanno bisogno il sacerdozio e la vita consacrata, oggi in modo particolare, in tempi segnati da fragilità e sofferenze dovute anche alla pandemia, che ha originato incertezze e paure circa il futuro e il senso stesso della vita”.

Alla luce di questi spunti di riflessione abbiamo pensato come titolo per la Giornata del Seminario:

COME UN MOSAICO

Come ben rappresentato dal manifesto tutte le vocazioni sono necessarie ed essenziali, tasselli preziosi per comporre il meraviglioso mosaico di Dio.

Buona giornata del Seminario

 SCARICA TUTTO IL MATERIALE DELLA GIORNATA

Questo il materiale che è stato inviato alle singole parrocchie:

  • 10 immaginette con la preghiera per il Seminario diocesano
  • La presentazione dei ragazzi e dei giovani della nostra Diocesi del Seminario Minore e del Maggiore.
  • Sussidio: 7 parole per accompagnare le vocazioni. Strumento per approfondire alcuni contenuti vocazionali.
  • Un Bollettino postale per versare la colletta obbligatoria della Giornata direttamente sul Conto Corrente Postale del Seminario.

Sul sito diocesano www.arcidiocesibaribitonto.it nella sezione Diocesi - Seminario Arcivescovile, oltre tutto il materiale trovate un video di presentazione sul seminario da divulgare in maniera particolare ai cresimandi e gruppi ministranti.

Messaggio dell'Arcivescovo per la Giornata del Seminario

"Lo Spirito ci ama e conosce il posto di ognuno nel tutto, per Lui non siamo coriandoli portati dal vento, ma tessere insostituibili del suo mosaico"

Carissimi,

le parole pronunciate da papa Francesco nell'omelia di Pentecoste, lo scorso 31 maggio 2020, fanno da cornice alla celebrazione dell’81ª Giornata del Seminario che sarà celebrata il 25 aprile 2021, IV domenica di Pasqua.

L'immagine del mosaico ci ricorda come ogni sua tessera sia preziosa, indispensabile e unica; mi piace pensare che ogni battezzato, attraverso la santità della sua vita, è chiamato ad essere come quella tessera preziosa, indispensabile e unica nel grande mosaico di Dio. Questo ci porta a riflettere, sia a livello personale che comunitario, sul dovere di valorizzare la chiamata e i carismi seminati da Dio nella vita di ognuno. Pertanto, l'affascinante e delicato impegno dell'animazione e cura della pastorale vocazionale, non può essere delegata solo ad alcuni sacerdoti, a specifici uffici pastorali o al seminario diocesano. Il suscitare interrogativi, il curare e accompagnare il cammino di quanti si pongono in ricerca e si aprono alla vita è responsabilità del cuore di quanti hanno incontrato Cristo e ne hanno sperimentato la forza contagiante e liberatrice del Vangelo.

Ogni comunità cristiana, in ogni suo membro e ambito, è invitata a porsi alcuni interrogativi: "Come vivo la mia testimonianza di credente? Come vivo la mia vocazione? Quale impegno metto a frutto per annunciare, suscitare e curare una sensibilità vocazionale nelle realtà esistenziali della quotidianità?”.

La crisi vocazionale dei chiamati, oggi, è anche crisi dei chiamanti, a volte latitanti e poco coraggiosi. Occorre proporre ai ragazzi e ai giovani, con rinnovato entusiasmo, la radicalità della sequela di Cristo, mostrandone il fascino, partendo dalla testimonianza della propria vita.

Essere "tessere insostituibili di un mosaico” è invito a comprendere il valore assoluto di ciascuno, anche in un tempo così difficile e colmo di sofferenza. Esorto a celebrare la Giornata del Seminario, in questo periodo della pandemia, con la consapevolezza che ci viene dal Vangelo che ascolteremo nella IV domenica di Pasqua: “Il Signore è il Buon Pastore, è colui che dà la propria vita per le sue pecore” (Gv 10, 11) e non agisce come il mercenario. Scoprire la propria vocazione è imparare da Lui a saper inserire la nostra vita nella categoria esistenziale dell’ospitalità e della vicinanza amorevole agli altri.

Divenire sacerdoti è scoprire la bellezza di essere offerta, dono totale ai fratelli, che il Signore affida ai suoi ministri per mano della Chiesa.

Preghiamo  il  Buon  Pastore,  a  cui  consegniamo  questo  tempo  come opportunità  di  discernimento,  di  formazione  e  di  riflessione,  perché susciti   nelle   nostre   famiglie   e   comunità   il   dono   di   vocazioni   autentiche, mediante l’attraente testimonianza di credenti credibili.

Esprimo,   infine,   gratitudine   a   quanti   sostengono   la   vita   del   Seminario   con la  loro  generosità,  e  invito  tutti  a  invocare  lo  Spirito  Santo  perché  non  manchi il  dono  di  vocazioni  sacerdotali,  capaci  di  slanci  significativi  e  di  radicale offerta  di  sé.  Il  popolo  di  Dio  ha  bisogno  di  pastori  dal  cuore  grande,  scevri  da autoreferenziali   e   liberi   da   paludamenti   soffocanti.   I   tempi   che  viviamo   esigono   il coraggio di un amore grande, per Dio e per i fratelli.

La Vergine Odegitria, i nostri Santi patroni Nicola e Sabino, la Beata Elia di San Clemente rivolgano il loro sguardo benedicente su noi tutti.

Con affetto grande, anch’io metto il mio cuore accanto al vostro e vi benedico.

Giuseppe, Arcivescovo

 

Animazione della Giornata del Seminario durante la Celebrazione Eucaristica

  • All’inizio della Celebrazione si faccia riferimento alla Giornata del Seminario, celebrata a livello diocesano, da colui che presiede o dalla guida, laddove è consuetudine leggere un’introduzione.

Anche il manifesto della Giornata può essere utile per l’animazione vocazionale: gli sia data evidenza sia nell’aula liturgica, come nei locali dedicati alle Catechesi, magari anche aldilà della stessa Giornata.

  • Per la preghiera dei fedeli si aggiungano queste particolari intenzioni:

- Per tutti i chiamati alla vita sacerdotale, matrimoniale o di consacrazione, perché come il giusto Giuseppe, modello di questa 58ª Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni, si lascino guidare dalla volontà di Dio per servire con fedeltà e gioia gli uomini e le donne del nostro tempo, realizzando così il sogno di Amare tutti come il Buon Pastore. Preghiamo.

- Per il nostro Seminario Diocesano, perché sia sempre più una comunità vocazionale dove i ragazzi, aiutati e accompagnati dalle loro famiglie e parrocchie, scoprano sempre più di essere tessere preziose del grande mosaico della Chiesa. Preghiamo.

  • Raccomandiamo che sia noto a tutta la Comunità che le offerte raccolte sabato 24 e domenica 25 saranno destinate al sostegno del Seminario diocesano.

A tal proposito ricordiamo che quanto raccolto è possibile versarlo sul Conto Corrente Postale n. 15810708 intestato al “Seminario Arcivescovile” con la causale “Giornata del Seminario 2021” oppure portarlo direttamente in Seminario nei giorni seguenti.

Per la generosità della Comunità già vi manifestiamo la nostra gratitudine.

  • Dopo la preghiera del post communio sia letto il Messaggio dell’Arcivescovo per questa Giornata e la Preghiera per il Seminario diocesano che trovate in questo materiale.