Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Conservato il motto, l'anello sarà d'argento

Papa Bergoglio ha deciso di mantenere nello stemma pontificio le parole già scelte per l'episcopato, «miserando atque eligendo». L'anello del pescatore, uno dei simboli pontifici, che gli verrà consegnato domani è un modello realizzato durante il pontificato di Paolo VI.

La celebrazione di domani partirà dalla tomba di San Pietro, dove ci saranno preparati l'anello del pescatore e il pallio, i due segni del ministero petrino, che verranno consegnati al Papa. Il pallio è consegnato dal cardinale protodiacono Jean-Louis Tauran. Il cardinale primo dell'ordine dei presbiteri, Godfried Daneels, farà una preghiera e il cardinale decano, il primo dell'ordine dei vescovi, Angelo Sodano, gli consegnerà l'anello del pescatore. Lo ha riferito Padre Federico Lombardi.

L'anello del pescatore scelto da Papa Bergoglio che gli verrà consegnato domani è in argento dorato. Padre Lombardi ha spiegato che il modello dell'anello era stato dato dall'artista Enrico Manfrini al segretario di Paolo VI, mons. Macchi. In questi giorni è stato proposto al papa dal maestro delle Celebrazioni liturgiche pontificie, monsignor Guido Marini, insieme con altri due modelli. Il Papa ha scelto, fra i tre propostigli, quello dell'artista scomparso a 87 anni nel 2004 a Milano, conosciuta anche come "lo scultore dei papi". Nell'anello c'è l'immagine di San Pietro con le chiavi.

Papa Francesco ha inoltre deciso di conservare il suo stemma episcopale e il motto 'miserando atque eligendo", tratto dalla vocazione di San Matteo ("Vide Gesù un pubblicano e siccome lo guardò con sentimento di amore e lo scelse, gli disse: Seguimi".)

Il pallio che domani verrà consegnato e Papa Francesco "è lo stesso di Benedetto XVI". Lo ha detto il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, nel briefing con i giornalisti. Il pallio è la fascia di lana bianca con le croci rosse che simboleggia il Buon Pastore e, insieme all'anello del pescatore, è uno dei due simboli del ministero petrino.​

© Avvenire, 18 marzo 2013

Prossimi eventi