Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

I miracoli di San Nicola proiettati sulla facciata della Basilica

La novità: uno spettacolo di immagini in movimento e racconti fino all’Epifania

La novità di quest'anno sarà lo spettacolo di colori e immagini in movimento sulla facciata della Basilica. È stata anche definita la data che darà il via all'evento: il 3 dicembre alle 17,30. Cominciano sabato, con la riapertura al pubblico della chiesa di San Gregorio, i festeggiamenti in onore del santo patrono. La comunità dei padri domenicani ha deciso di incantare i credenti e gli ospiti con un videomapping: sul sagrato della Basilica per la prima volta non ci saranno le consuete luminarie, presenti invece sul lungomare a spese del Comune, perché sulla facciata del tempio saranno proiettate le opere di San Nicola. Per dare forma al progetto, i padri domenicani hanno chiesto il sostegno dei fedeli: è stata promossa una raccolta fondi, anche attraverso la pubblicizzazione sul sito internet del Comitato San Nicola.
Ora le proiezioni architetturali e natalizie figurano nel programma ufficiale delle celebrazioni. Anticipa il regista Antonio Minelli, a cui è stata affidata la direzione artistica dell'evento: «Abbiamo scritto una sceneggiatura a cui farà da sottofondo una colonna sonora con brani di musica classica e classica contemporanea. I testi sono invece originali. L'idea è quella di raccontare un uomo che si è adoperato per il prossimo. Nicola, prima di diventare santo, con il miracolo delle tre fanciulle per esempio ha salvato le persone dalla povertà. Vogliamo che queste immagini spronino i cittadini a far seguire alla fede opere sociali concrete».

Il videomapping, come decorazione stabile fino al giorno dell'Epifania, sarà alternato a momenti di narrazione in giornate specifiche, con più repliche nella stessa giornata. Le voci saranno quelle degli attori della Compagnia Formediterre e ci sarà la partecipazione dei timpanisti della Milizia Sancti Nicolai e del gruppo I marinai della traslazione.
Il calendario si apre il 1° dicembre con l'esposizione della statua del santo alle 18 in Basilica, preceduta dalle liturgie. Il 3 dicembre tocca all'inaugurazione delle luminarie. Dal 3 al 5 dicembre è in programma alle 18,30 il triduo. La vigilia sarà già festa. Il 5 dicembre dalle 17 alle 19 sulla piazza che guarda alla Basilica la fondazione Myrabilia porta in scena la sesta edizione di «Aspettando San Nicola»: i bambini disegnano con le candeline un’immagine del vescovo di Myra realizzata dall'illustratrice estone Viive Noor. Il 6 dicembre alle 4 l'apertura della Basilica con il tradizionale lancio delle diane dal molo Sant'Antonio e alle 5 la messa presieduta dal priore, padre Giovanni Distante. A seguire l'arrivo dei maratoneti che partecipano alla fiaccolata nicolaiana, giunta alla 27esima edizione. Poi l'allegria degli zampognari, le sgagliozze e la cioccolata calda. Alle 18 la solenne concelebrazione eucaristica presieduta da monsignor Francesco Cacucci, arcivescovo di Bari-Bitonto e delegato pontificio per la Basilica; la donazione dei Maritaggi; la consegna delle chiavi della città a San Nicola da parte del sindaco Antonio Decaro; la processione con la statua per le vie della città vecchia. Questo l'itinerario della processione: Basilica, Piazzetta 62 Marinai, strada Santa Scolastica, via Venezia fino al civico 13 e inversione, strada Santa Scolastica, strada Annunziata, piazza Santa Maria, strada Martinez, Piazzetta 62 Marinai, Basilica. Sempre il 6 dicembre alle 20.30 in piazza del Ferrarese ci sarà l'accensione dell’albero di Natale allestito dall'Amgas e alle 20.40 dal molo Sant’Antonio lo spettacolo dei fuochi di artificio.

Antonella Fanizzi

© www.lagazzettadelmezzogiorno.it, mercoledì 27 novembre 2019

Prossimi eventi