Arcivescovo

S.E. Giuseppe

Satriano

IN AGENDA

Ottobre Missionario «Giovani … per il Vangelo»

Il mese di Ottobre che si sta affacciando si presenta gravido di alcuni momenti di grande valore ecclesiale dal forte afflato missionario. Su due in particolare volgiamo il nostro sguardo

Tutta la Chiesa – sollecitata da Papa Francesco – si è preparata in questi mesi a celebrare il Sinodo dei giovani, che si terrà a Roma dal 3 al 28 Ottobre 2018. L’evento ha fortemente attratto e orientato anche la scelta del tema per il mese missionario, il cui titolo esprime chiaramente questo legame: “Giovani per il Vangelo”.

Già nel maggio scorso – quando è stato reso pubblico – Papa Francesco ha pensato il Messaggio per la GMM rivolgendosi direttamente ai giovani, esortandoli a riscoprire il loro protagonismo nella vita della Chiesa e nella sua missione (… e a non sentirsi solo destinatari di un’attenzione o di un messaggio): «Anche voi, giovani, per il Battesimo siete membra vive della Chiesa, e insieme abbiamo la missione di portare il Vangelo a tutti.»[1].

È una missione iscritta nel nostro stesso essere – «Io sono una missione su questa terra …» –, che trova in Cristo vivo il suo «senso vero e pieno», e che spinge a superare le barriere (siano esse geografiche o generazionali, sociali o culturali) fino alla «… periferia più desolata dell’umanità bisognosa di Cristo (che) è l’indifferenza verso la fede o addirittura l’odio contro la pienezza divina della vita»[2].

Tuttavia – sottolinea Papa Francesco – «… senza il dono coinvolgente delle nostre vite, potremo avere miriadi di contatti, ma non saremo mai immersi in una vera comunione di vita. La missione fino agli estremi confini della terra esige il dono di sé stessi nella vocazione donataci da Colui che ci ha posti su questa terra»[3].

Il dono di se stessi nella fedeltà alla vocazione ricevuta!

… Proprio nel cuore del mese di Ottobre –  Domenica 14 – la Chiesa riconoscerà solennemente la santità di vita di Mons. Oscar Romero, Vescovo martire di San Salvador, ucciso il 24 marzo 1980 mentre celebrava l’Eucaristia: nella fedeltà alla propria vocazione di pastore “che da la vita per le sue pecore”, ha testimoniato fino in fondo l’amore di Dio per gli ultimi e i poveri.

Ogni anno la data della sua morte è diventata memoria di tutti i martiri missionari, testimoni luminosi del Vangelo e dell’amore del Padre, “che rivela nei deboli la sua potenza e dona agli inermi la forza del martirio[4].

La sua testimonianza ci sostenga in questo nuovo anno pastorale e aiuti tutti noi e le nostre comunità a crescere in un autentico coraggio evangelico.

sac. Alessandro Tanzi

Direttore Ufficio/Centro Missionario

 

[1] Messaggio del Santo Padre Francesco per la G.M.M. 2018, “Insieme ai giovani, portiamo il Vangelo a tutti” (Mess. GMM)

[2] Cfr. Mess. GMM

[3] Idem

[4] Cfr. Messale Romano, Prefazio dei martiri.

Prossimi eventi