Arcivescovo

S.E. Giuseppe

Satriano

IN AGENDA

Domenica della Parola di Dio. Beato chi ascolta la Parola di Dio!” (cfr. Lc 11, 28)

Messaggio dell’Arcivescovo, note liturgiche e libretto della celebrazione

Domenica 23 gennaio p. v., III del tempo ordinario, la Chiesa celebra la domenica della Parola di Dio, istituita da Papa Francesco con la Lettera apostolica in forma di Motu proprio Aperuit illis il 30 settembre 2019. Viene qui proposto un Rito di intronizzazione della Parola di Dio, tratto dal sussidio elaborato dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, che a discrezione della comunità, potrebbe essere utilizzato nella domenica della Parola di Dio.

È auspicabile che il Rito di intronizzazione si svolga almeno una volta, durante la celebrazione eucaristica più solenne nella domenica della Parola di Dio.

La Messa inizia come di consueto: si favorisca, secondo le possibilità, la processione solenne con il turibolo, la navicella, la croce e le candele, che verrà collocato sull’altare e di là preso per la proclamazione del Vangelo. Al termine della proclamazione si avrà cura di collocarlo presso l’ambone o in un altro luogo appositamente preparato, visibile da tutta l’assemblea, elevato e ornato.

SCARICA IL LIBRETTO PER LA DOMENICA DELLA PAROLA
SCARICA IL CANTO LA TUA ALLEANZA
SCARICA IL CANTO LA TUA PAROLA E' LUCE

 

Messaggio dell'Arcivescovo per la Domenica della Parola

 

Carissimi parroci, catechisti e operatori pastorali,

il 23 gennaio ricorre la Domenica della Parola, fortemente voluta da Papa Francesco, dedicata alla celebrazione, riflessione e divulgazione della Sacra Scrittura. L’occasione è propizia per rilanciare una maggiore centralità della Parola nella predicazione, nella catechesi e nei vissuti delle nostre comunità.

Il tempo sinodale che stiamo vivendo è un chiaro invito a lasciarci condurre dallascolto della Parola, dimensione fortemente identitaria per i nostri cammini ecclesiali, «la parola di Dio» - infatti - «unisce i credenti e li rende un solo popolo»[1]. Anche la Dei Verbum, Costituzione dogmatica tra le più fondamentali del Concilio Vaticano II, ci dona la consapevolezza di quanto «sostegno e vigore» scaturiscano dalla Parola per la vita delle Chiesa[2].

Collocare al centro delle comunità ecclesiali la Parola di Dio è ridare centralità a Cristo Maestro, via, verità e vita, favorendo per ciascuno quell’incontro vivificante che riscalda e tocca tutte le corde del cuore umano.

Sin dalle prime pagine, la Bibbia è la narrazione della meravigliosa relazione, desiderata, voluta, cercata da Dio nei confronti dell’uomo. Un’esperienza che avvolge, travolge e coinvolge, realizzandosi ogni qual volta ci si lascia “afferrare” dal Verbo divino.

Tutti siamo invitati a nutrirci a quell’unica «mensa sia della parola di Dio che del Corpo di Cristo»[3], fractio verbi e fractio panis ci educhino giorno dopo giorno a fare della nostra vita un dono.

Carissimi e carissime, nel ringraziarvi per la vostra laboriosità e creatività pastorale, formulo l’augurio che la liturgia della Parola del giorno, al pari dell’Eucaristia, diventi il vostro pane quotidiano[4].

Nel benedirvi di vero cuore faccio miei i sentimenti di Paolo e «vi affido a Dio e alla parola della sua grazia, che ha la potenza di edificare e di concedere l’eredità fra tutti quelli che da lui sono santificati» (At 20,32).

 

Buona Domenica della Parola di Dio.

Don Giuseppe, vescovo

SCARICA IL LIBRETTO PER LA DOMENICA DELLA PAROLA
SCARICA IL CANTO LA TUA ALLEANZA
SCARICA IL CANTO LA TUA PAROLA E' LUCE

 

 

[1] Francesco, Litt. Ap. Motu proprio datae Aperuit Illis (2019), 4.

[2] Conc. Ecum. Vat. II, Cost. dogm. sulla divina Rivelazione Dei Verbum, 21.

[3] Ibidem.

[4] Cfr. Agostino, Sermone, 57, 7, 7 (CCL XLI Aa, 184).

Prossimi eventi