Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Flash mob a Roma. Passeggini vuoti per salvare la famiglia

Questa domenica dalle 10,30 torna in piazza il Forum delle Famiglie. De Palo: «Vogliamo mostrare visivamente quale sarà il futuro dell'Italia se non si tornerà a fare figli

Il Forum delle Famiglie torna in piazza questa domenica mattina a Roma per sensibilizzare soprattutto l'opinione pubblica sul fatto che «la denatalità in Italia è il problema dei problemi. Senza bambini non si va da nessuna parte». La manifestazione servirà anche ad attirare l'attenzione su una politica per il buon vivere dei nuclei familiari per i quali in Italia i fondi difficilmente si riescono a trovare.

Quest’anno le mamme possono richiedere un bonus di 800 euro a prescindere dal reddito e le domande sono già oltre 65.000, entro il 18 maggio verrà pubblicato dall’Inps il regolamento per il voucher asilo nido da mille euro. Alternativa popolare ha consegnato al ministro degli Affari regionali con delega alla Famiglia, Enrico Costa, anche lui di Ap, le proposte per la prossima legge di Bilancio: robuste detrazioni Irpef parametrate sul numero dei figli, contributi figurativi a fini pensionistici per incentivare il lavoro part time delle mamme e un sostegno (sempre tramite contributi figurativi) per i primi due anni del neonato.

«Il governo e noi consiglieri abbiamo ben presenti la centralità del ruolo delle famiglie e il problema della denatalità. Sul tavolo ci sono almeno due grandi proposte - replica Marco Leonardi, consigliere economico della presidenza del Consiglio - il fattore famiglia e l’assegno unico per i figli. Il primo progetto è una complessiva riduzione del peso Irpef in base ai componenti la famiglia e costa intorno ai 14 miliardi. Il secondo, proposta di legge del senatore Lepri del Pd, è un riordino e primo ampliamento di alcune provvidenze per i figli a carico per un costo di circa 4 miliardi. Le stiamo valutando, ma è presto per dire quali e quante risorse avremo a disposizione per la prossima legge di stabilità. Più probabile che quest’anno si possa iniziare con interventi più marginali e ci si possa invece impegnare per l’anno successivo, se verrà confermato il mandato politico a governare all’attuale maggioranza».

Questa domenica si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale della Famiglia. Aderendo al flash mob del Forum delle Famiglie dalle 10,30 a Roma vicino al Colosseo sotto l’Arco di Costantino, migliaia di genitori guideranno passeggini vuoti «immagine simbolica di un Paese che sta scomparendo». Il silenzio sarà totale per «anticipare visivamente - dice Gianluigi De Palo, presidente del Forum - il futuro dell’Italia, se non si corre ai ripari invertendo la preoccupante denatalità». Nel contempo, la massiccia presenza di tanti nuclei familiari servirà a materializzare la bellezza della famiglia e a raccontare l’importanza delle nuove generazioni «che non sono un peso, ma un bene comune».

In Italia le donne vorrebbero 2,19 figli a testa, ma ne hanno solo 1,3. «C’è un mezzo bambino, passatemi l’espressione infelice, che scompare di fronte alle difficoltà - insiste de Palo - di una classe media che non può permettersi il secondo. In Italia avere un neonato è fra le principali cause di povertà e c’è chi si separa fittiziamente per avere agevolazioni fiscali e abitative».

I passeggini vuoti che oggi invaderanno Roma vogliono dare una scossa e aiutare a comprendere che la natalità è oggi il tema dei temi. «Perché se non nascono bambini - conclude De Palo - salta tutto, dal welfare al sistema sanitario a quello pensionistico. Oggi chi fa figli è considerato uno che toglie il pane. Attenzione, è vero l’esatto contrario perché i bambini di oggi sono quelli che terranno in piedi il Paese domani».

Anna Fiorino

© Avvenire, sabato 13 maggio 2017

Prossimi eventi