Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Prima giornata. Il Papa a Fatima: «Maria madre degli esclusi e dei diseredati»

Si è conclusa la prima giornata di Francesco al Santuario di Fatima dove si celebra il centenario dell'apparizione della Vergine. Prima di partire ha incontrato sei mamme in situazioni difficili

La benedizione delle candele

Al termine della giornata Papa Francesco ha presieduto il rito della benedizione delle candele alla Cappellina delle Apparizioni. Tutto intorno il popolo, con decine di migliaia di candele spendenti nell'oscurità. La luce di Cristo. E il Papa ha infatti acceso il cero pasquale.

«Se vogliamo essere cristiani dobbiamo essere mariani, cioè dobbiamo riconoscere il rapporto essenziale, vitale e provvidenziale che unisce la Madonna a Gesù, e che apre a noi la via che a Lui ci conduce», ha detto Francesco, citando Paolo VI.

«Vi porto tutti nel cuore - ha anche detto -. Sento che Gesù vi ha affidati a me (cfr Gv 21,15-17), e abbraccio e affido a Gesù tutti, “specialmente quelli che più ne hanno bisogno” – come la Madonna ci ha insegnato a pregare (Apparizione di luglio 1917). Ella, Madre dolce e premurosa di tutti i bisognosi, ottenga loro la benedizione del Signore! Su ciascuno dei diseredati e infelici ai quali è stato rubato il presente, su ciascuno degli esclusi e abbandonati ai quali viene negato il futuro, su ciascuno degli orfani e vittime di ingiustizia ai quali non è permesso avere un passato, scenda la benedizione di Dio incarnata in Gesù
Cristo: «Ti benedica il Signore e ti custodisca. Il Signore faccia r\isplendere per te il suo volto e ti faccia grazia. Il Signore rivolga a te il suo volto e ti conceda pace» (Nm 6,24-26). »

 

«Ogni volta che guardiamo a Maria torniamo a credere nella forza rivoluzionaria della tenerezza e dell’affetto – ha aggiunto -. In Lei vediamo che l’umiltà e la tenerezza non sono virtù dei deboli ma dei forti, che non hanno bisogno di maltrattare gli altri per sentirsi importanti».

E ha concluso: «L’unica possibilità di esaltazione che ho è questa: che la Tua Madre mi prenda in braccio, mi copra con il suo mantello e mi collochi accanto al Tuo Cuore». Perché Maria ci porta e ci affida a Cristo.

Infine la recita del Rosario, con la contemplazione dei Misteri gaudiosi.

IL VIDEO DELLA BENEDIZIONE DELLE CANDELE

La preghiera alla Vergine

Dopo un lungo giro in papamobile tra i fedeli, il Papa ha sostato in preghiera nella Cappellina delle Apparizioni, in un silenzio assoluto e quasi surreale, vista la moltitudine di persone presenti nel piazzale. Poi, dopo aver deposto un omaggio floreale ai piedi della statua, il Papa ha recitato la preghiera alla Vergine.

«Imploro per il mondo la concordia tra tutti i popoli», recita la prima strofa, e poi: «Come vescovo vestito di bianco, ricordo tutti coloro che, vestiti di candore battesimale, vogliono vivere in Dio e recitano i misteri di Cristo per ottenere la pace».

IL TESTO COMPLETO DELLA PREGHIERA DEL PAPA

I.Sol.

© Avvenire, venerdì 12 maggio 2017

Prossimi eventi