Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Cei. Il cardinale Bassetti: grazie al Papa, crede nelle capacità dei vecchi di sognare

Le prime parole del nuovo presidente della Cei: ecco cosa ha detto il cardinale Bassetti dopo la scelta di papa Francesco di nominarlo alla presidenza della Conferenza episcopale italiana

La scelta di papa Francesco di "affidarmi questa responsabilità al crepuscolo della mia vita" è "il segno che crede nella capacità dei vecchi di sognare". Sono le prime parole del nuovo presidente della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti. "La cosa che mi ha dato più gioia - ha aggiunto il cardinale Bassetti - è una cosa piccolissima ma per me importante: una telefonata affettuosa dei ragazzi di Mondo X - comunità di recupero per tossicodipendenti - che mi hanno detto 'Continua a essere un papà per noi'. Sono vescovo da 23 anni e con molti di voi già ci conosciamo. Non ho programmi preconfezionati da offrire. Nella mia vita sempre stato improvvisatore".

"Intendo lavorare insieme con tutti i vescovi, grato per la fiducia che mi hanno assicurato - ha proseguito il nuovo presidente della Cei -. Il Papa ci ha raccomandato di condividere tempo, ascolto, creatività e consolazione. È quello che cercheremo di fare insieme. 'Vivete la collegialità', ci ha detto, 'camminate insieme': è questa la cifra che ci permette di interpretare la realtà con gli occhi e il cuore di Dio. Mi incoraggiano le parole del cardinale Bagnasco, a cui mi sento legato da sincera amicizia, quando ha augurato al nuovo presidente di 'essere se stesso'. E questo è quello che io desidero nel profondo del mio cuore".

Il cardinale Bassetti presiederà la conferenza stampa di chiusura dell’Assemblea generale giovedì 25 maggio alle ore 13.30, sempre nell’Aula Paolo VI.

Va ricordato che il cardinale Bassetti è stato vice presidente della Cei dal 2009 al 2014. Dall'ottobre 2012 è presidente della Conferenza episcopale umbra. Fa parte della Congregazione per i vescovi e di quella per il clero e del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani.

La vicinanza fraterna dei vescovi umbri

La Conferenza episcopale umbra "si rallegra per la stima manifestata dai vescovi italiani nei confronti del proprio presidente, cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo metropolita di Perugia-Città della Pieve". In una nota, i vescovi umbri sottolineano "la ricca umanità del cardinale Bassetti, la sua profonda spiritualità, la sua lunga e feconda esperienza pastorale, la sua attenta vicinanza ai sacerdoti e ai seminari, la sua costante premura per i poveri e le persone in difficoltà". Tutto ciò induce i vescovi umbri "a pensare che il suo servizio alle Chiese che sono in Italia, nell'interpretazione fedele dell'insegnamento del Pontefice, le sosterrà nell'impegno di annunciare e diffondere la gioia del Vangelo e la letizia dell'amore".
I vescovi umbri "accompagnano con la preghiera e la vicinanza fraterna il nuovo importante e delicato ministero al quale oggi il loro presidente viene chiamato".

La gratitudine dei frati del Sacro Convento di Assisi

La scelta di papa Francesco è stata salutata con gratitudine e gioia. "Accompagniamo con affetto e preghiera, sulla tomba di san Francesco, l’importante e delicato ministero che gli è stato affidato”. Sono le dichiarazioni rilasciate dal direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, padre Enzo Fortunato. “Siamo certi che con il suo cuore ‘francescano’ e la sua sensibilità spirituale saprà guidare la Chiesa italiana alla luce dei valori di pace, solidarietà e custodia del creato cari a papa Francesco. Viviamo questa gioia nella felice coincidenza della dedicazione delle basilica di San Francesco in Assisi”, ha concluso padre Fortunato.

Gli auguri devoti dell'Unitalsi

"I più devoti auguri per la nomina a presidente della Conferenza Episcopale Italiana” del cardinale Bassetti sono arrivati dall'Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes Santuari Internazionali). “A sua Eccellenza, va la preghiera e la dedizione di tutta la comunità unitalsiana, affinché possa affrontare un impegno così dinamico, complesso e straordinario in questa nuova importante missione pastorale affidatagli dal Papa. Tale compito è nel solco spirituale del cardinal Angelo Bagnasco, un uomo - ha concluso il presidente dell'Unitalsi Antonio Diella - che ha sempre voluto che noi tutti fossimo uniti, nell'associazione, nei rapporti intessuti e nel cammino religioso che l’Unitalsi compie nella Chiesa”.

Il saluto gioioso della Azione Cattolica

L’Azione cattolica italiana saluta con gioia la nomina del cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, a presidente della Conferenza episcopale italiana. Ringraziando papa Francesco per la paterna sollecitudine verso la Chiesa italiana, e il cardinale Bassetti per la disponibilità a un servizio così importante, gli formuliamo i più fervidi auguri di buon lavoro e gli assicuriamo la nostra collaborazione, il nostro affetto, la nostra preghiera.
L’Ac conferma al nuovo presidente della Cei e a tutti i vescovi delle nostre diocesi il desiderio di partecipare con passione e corresponsabilità alla missione della Chiesa italiana in un tempo che, seppure segnato da paure e diseguaglianze, è ricco di bene e di opportunità, di mani e cuori operosi, di sincere disponibilità alla costruzione del bene comune.

Gli auguri dell'Aiart

L’Aiart gioisce per la scelta di papa Francesco "di nominare il cardinale Gualtiero Bassetti presidente della Conferenza Episcopale Italiana. La sua biografia di pastore e il suo profilo umano sono garanzia di profonda passione evangelica e di competente pragmatismo". Ad affermarlo è Massimiliano Padula, presidente dell’Aiart, l’associazione dei telespettatori e dei cittadini mediali da sempre vicina alla Cei. "Ci congratuliamo con il nuovo presidente – aggiunge Padula – assicurandogli la nostra preghiera e collaborazione. Siamo certi che la sua cura pastorale raggiungerà tutti gli ambiti della società e della cultura compresi i processi comunicativi e mediali sempre più innervanti nella vita delle persone".

Meic, Bassetti: uomo di dialogo e grande spiritualità

"Siamo davvero lieti che a guidare la Conferenza episcopale sia stato chiamato un uomo di dialogo, di grande umanità e spiritualità": è il primo commento del presidente nazionale del Meic, Beppe Elia, alla notizia della nomina del cardinale Gualtiero Bassetti a presidente della Cei. Per il presidente del movimento degli intellettuali cattolici "la Chiesa italiana vive un momento delicato della sua storia: le nostre comunità fanno ancora molta fatica e debbono essere aiutate a rinnovarsi, sospinte da papa Francesco a guadagnare il mare aperto, per affrontare le grandi questioni che il tempo presente ci consegna, prenderci cura delle molte povertà e fragilità, trovare forme e linguaggi capaci di parlare con le nuove culture e le nuove generazioni".

I.Sol.

© Avvenire, mercoledì 24 maggio 2017

Prossimi eventi