Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Comunicato stampa della Caritas diocesana di Bari-Bitonto

La Caritas diocesana di Bari-Bitonto esprime la sua vicinanza e solidarietà alla donna nigeriana vittima del pestaggio, avvenuto il 23 aprile in pieno centro a Bari. Pochi giorni sono trascorsi dalle celebrazioni della passione, morte e resurrezione di nostro Signore. Pasqua, ovvero  liberazione dal male e dalla morte e possibilità di vita nuova, di riscatto. Pasqua negata ad una giovane donna che aveva deciso di dire "basta" ad una vita in prostituzione e schiavitù.

"L'episodio richiama l'attenzione di tutti noi su un fenomeno che attanaglia anche il nostro capoluogo, la tratta di  esseri umani" , dichiara don Vito Piccinonna direttore di Caritas Diocesana.

"Si rimane smarriti di fronte a queste realtà. Circa duecento le donne che sono costrette a prostituirsi sulle strade del sud - est barese (dati 2013). La triste esperienza vissuta dalla giovane donna, possa servire a tutti noi, istituzioni, terzo settore e società civile a non abbassare la guardia su temi scomodi come la prostituzione e la tratta, nuova forma di schiavitù"

La Caritas diocesana, attraverso il lavoro dell'Ass. Micaela onlus, cerca di dare quotidianamente risposte concrete alle tante donne ferite nel corpo e nell'anima. Una unità mobile di strada e due comunità di accoglienza con un interessante lavoro formativo rivolto anche ad adolescenti e giovani sono gli strumenti preziosi messi in campo da undici anni nella nostra diocesi.

Prossimi eventi