Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Il Ministero precisa il numero dei fedeli che possono partecipare alle celebrazioni

Soltanto duecento persone possono radunarsi nei luoghi di culto chiusi per celebrare funzioni religiose. Mentre in luoghi all’aperto se ne possono radunare fino a un massimo di mille. Naturalmente sempre rispettando le disposizioni già date sulle precauzioni da usare nelle celebrazioni liturgiche con il popolo nel protocollo del 26 aprile 2020

È quanti dispone una precisazione firmata dal capodipartimento Michele di Bari del Ministero dell’interno, datata 13 maggio 2020 e inviata al cardinale Gualtiero Bassetti presidente della Cei.

Qui sotto diamo il testo completo della nota ministeriale.

Applicazione delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 previste dal Dpcm 26 aprile 2020 — Protocollo riguardante la graduale ripresa delle celebrazioni liturgiche con il popolo.

Di seguito alla nota numero 4.830 del 7 maggio 2020, con cui è stato inviato il Protocollo indicato in oggetto, si fa presente che, in data odierna, è pervenuto lo stralcio del verbale n. 66 del Comitato tecnico scientifico con il quale è stato approvato il protocollo riguardante la graduale ripresa delle celebrazioni liturgiche con il popolo.

Dal suddetto verbale emerge quanto segue: «Il Cts approva il documento, raccomandando che, per le cerimonie religiose da svolgere nei luoghi di culto chiusi, ferme restando le misure sopra richiamate e in relazione alla garanzia delle misure di distanziamento richieste e degli eventuali sistemi di aerazione disponibili, il numero massimo di persone non superi le 200 unità.

Il Cts ritiene, inoltre, che eventuali cerimonie religiose celebrate all’aperto, se organizzate e gestite in coerenza con le misure raccomandate, debbano prevedere la partecipazione massima di mille persone»

Di ciò, si porta a conoscenza l’eminenza vostra ai fini della predisposizione delle necessarie misure di sicurezza cui ottemperare in vista della ripresa delle celebrazioni liturgiche con il popolo.

Prossimi eventi