Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Vescovi e rabbini a confronto

​Ascolto e confronto. È lo stile scelto dalle diocesi italiane per vivere la Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei che si celebra oggi.

Nella diocesi di Roma la Pontificia Università Lateranense ospiterà alle 17.30 una conferenza sulla settima Parola al centro dell’edizione di quest’anno (Non commetterai adulterio). Dopo il saluto del rettore, il vescovo Enrico dal Covolo, interverranno il rabbino capo di Roma, Riccardo Di Segni, e il gesuita Reinhard Neudecker, professore emerito di letteratura rabbinica al Pontificio Istituto Biblico.

Nell’arcidiocesi di Milano l’Ambrosianeum farà da sfondo alle 17.30 a una tavola rotonda con Alfonso Arbib, rabbino capo di Milano, e Gianni Genre, pastore valdese a Pinerolo e già moderatore della Tavola valdese. Altra iniziativa nell’ambito dei «Dialoghi a due voci» è prevista mercoledì 23 gennaio alle 18.30 nell’Università Cattolica: si tratta della lectio magistralis dal titolo «Il ruolo della Scrittura nel dialogo tra ebrei e cristiani» con l’arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola, e il rabbino Giuseppe Laras, presidente del Tribunale rabbinico del Centro-Nord Italia.

Nell’arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve sarà il Centro ecumenico e universitario «San Martino» ad accogliere oggi alle 17 il rabbino di Roma, Cesare Moscati, che terrà una meditazione. La diocesi di Savona-Noli organizza per questo pomeriggio, alle 18, nel palazzo comunale un incontro con il vescovo Vittorio Lupi e il presidente della Comunità ebraica ligure, Amnon Cohen. Al termine il coro di Valleggia eseguirà brani della tradizione ebraica e cristiana. Invece la diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro propone un cammino iniziato lo scorso 10 gennaio, memoria liturgica del beato Gregorio X, che culminerà martedì 29 gennaio con il dibattito su «Il dialogo tra ebraismo e cristianesimo ieri e oggi».

Nell’arcidiocesi di Torino la Giornata è stata celebrata ieri con la conferenza del rabbino Alberto Moshe Somekh, che ha visto la partecipazione dell’arcivescovo Cesare Nosiglia e del presidente della Comunità ebraica di Torino, Giuseppe Segre. Sempre ieri nell’arcidiocesi di Reggio Calabria-Bova l’arcivescovo Vittorio Mondello si è confrontato con il rabbino Gadi Piperno, coordinatore del «Progetto Meridione» dell’Unione delle comunità ebraiche italiane.

Giacomo Gambassi
 
© Avvenire, 17 gennaio 2013
Prossimi eventi