Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Vita, salute e sofferenza: la Chiesa celebra i malati

XXI Giornata Mondiale del Malato

"La 21esima Giornata Mondiale del Malato sarà celebrata in forma solenne, nella consueta data dell'11 febbraio, memoria liturgica della Beata Vergine di Lourdes, presso il Santuario Mariano di Altotting in Baviera e accompagnata e illuminata, nel significato e nei contenuti, dal recente Messaggio del Santo Padre 'Va' e anche tu fa' lo stesso'". È quanto ha detto stamane il presidente del Pontificio consiglio per gli operatori sanitari, monsignor Zygmunt Zimowski, presentando le celebrazioni per la prossima Giornata mondiale del malato che avrà il suo centro in Baviera, terra natale di Benedetto XVI.

Nel suo messaggio, il Papa, ha ricordato ancora l'arcivescovo Zimowski, "oltre che manifestare una profonda e affettuosa vicinanza, sua personale e di tutta la Chiesa, alle persone malate e sofferenti, alle loro famiglie e alle persone che, in modi diversi, sono chiamate a prendersene cura, offre a tutti preziose indicazioni per poter meglio comprendere e vivere quanto nella Giornata Mondiale del Malato si intende celebrare".

"Tale giornata - ha detto ancora Zimowski - intenda essere per i malati e le loro famiglie, per gli operatori sanitari, per tutti i fedeli cristiani e per tutte le persone di buona volontà un momento particolare di riflessione, di rinnovata attenzione e impegno da parte di tutti verso i problemi inerenti la cura della vita, della salute e della sofferenza". "In particolare - ha aggiunto - il Santo Padre sottolinea come la celebrazione di tale giornata debba essere un momento forte di preghiera, di condivisione, di offerta della sofferenza per il bene della Chiesa, nonchè di richiamo per tutti a riconoscere nel volto del fratello infermo il Santo Volto di Cristo che soffrendo, morendo e risorgendo ha operato la salvezza al'umanità".

© Avvenire, 29 gennaio 2013

Leggi il Messaggio del Papa per la Giornata, clicca qui

Prossimi eventi