Arcivescovo

S.E. Giuseppe

Satriano

IN AGENDA

Indice degli articoli

L’annuncio del Vangelo nel mondo secolarizzato

Nel recente discorso alla Curia il Papa ha ricordato che non viviamo più nella cristianità e ha parlato della necessità della conversione pastorale e della radice dell’essere autentici missionari

Giuseppe è il modello da seguire per attendere il Natale

Troppo spesso la figura del falegname di Nazareth è stata presentata in modo sbagliato, una certa letteratura spirituale lo ha reso uno strumento vuoto nelle mani di Dio, il suo agire per alcuni è un agire obbligato, privo di qualsiasi capacità di ragionamento personale, emerge così la figura di un uomo che non sceglie secondo un suo personale giudizio ma che viene travolto da una serie di eventi che è costretto ad accogliere. Matteo nel suo Vangelo fa precedere l'intervento dell'angelo da questa frase: "Mentre stava considerando queste cose"

«Facciamo riposare mamma», quel Giuseppe che commuove il Papa

«Nei ritmi a volte frenetici di oggi», il presepe è «un invito alla contemplazione», sottolinea Jorge Mario Bergoglio che «ci ricorda l’importanza di fermarci. Perché solo quando sappiamo raccoglierci possiamo accogliere ciò che conta nella vita». Il tenero rimando alle statuine che spopolano sul web: la Madonna assopita, Giuseppe tiene in braccio Gesù Bambino che si stira, coccolando in silenzio: «Ssss, mamma dorme»

Il Papa: "A Natale lasciamoci stupire dal sorriso di Dio"

Alle ore 12.00 l’appuntamento di Papa Francesco con i dipendenti della Santa Sede e del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano. Un appuntamento annuale per lo scambio degli auguri nei giorni precedenti il Natale. La qualità del lavoro, ricorda il Papa, si accompagna con la qualità umana delle relazioni e questo vale specialmente per noi