Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Credenti laici: nel mondo, non del mondo

È la sfida che attende i fedeli impegnati a testimoniare il Vangelo in famiglia, sul lavoro, nel campo economico e in politica. Oggi l'incontro tra il Papa e i movimenti

Saranno ben oltre le 120mila presenze confermate e i 150 diversi movimenti e associazioni i presenti in piazza san Pietro per la veglia di Pentecoste che comincia alle 18 di sabato e per la messa di domenica mattina. Convocati - nel cuore dell’Anno della fede - a stringersi attorno al Papa per la Giornata dei movimenti, delle nuove comunità, delle associazioni e delle aggregazioni laicali arriveranno non solo dall’Italia, ma dall’Argentina, dalla Bielorussia, da Brasile, Congo, Francia, Germania, India, Irlanda, Malta, Messico, Lituania, Slovacchia, Spagna…


Nel presentare la Giornata, monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio consiglio per la Nuova evangelizzazione, ha sottolineato che «l’evento è particolarmente significativo a 50 anni dalla apertura del Concilio Vaticano II che ha avuto come uno dei suoi frutti principali proprio l'esperienza dei movimenti e delle associazioni, come è possibile vedere anche dai documenti Lumen Gentium e Apostolicam actuositatem».

Intanto, mentre tutto è pronto per l’incontro in piazza e per la messa di domenica, l’attenzione del Papa e di diversi dicasteri vaticani si è spostata anche sulla realtà dei nuovi movimenti religiosi. Quelli più vicini alle sette e a una interpretazione new age della fede. E così, mentre si celebra la Pentecoste, a Santa Marta una quarantina di partecipanti delle università pontificie, della Cei e del Vicariato di Roma, dei dicasteri del Dialogo Interreligioso, Evangelizzazione dei Popoli, Promozione dell'Unità dei Cristiani e della Cultura, insieme con papa Francesco hanno riflettuto sul fenomeno e sulle prospettive pastorali. Tra i relatori lo stesso monsignor Fisichella che ha parlato dei "Nuovi Movimenti Religiosi e la nuova evangelizzazione", padre Michael Fuss, della Pontificia Università Gregoriana che ha affrontato il tema "Le nuove frontiere del sacro". Dialogo e confronto tra fede e credulità; monsignor Juan Usma Gomez, del Pontificio consiglio per la Promozione dell’unità dei cristiani, che ha invece parlato di Cattolici e Pentecostali a confronto: identità, relazioni e prospettive. Sul fenomeno new age nel contesto attuale sono invece intervenuti don Alessandro Olivieri Pennesi, responsabile dell’Ufficio per i Nuovi Culti del Vicariato di Roma, e il gesuita padre Michael P. Gallagher s.j., della Pontificia Università Gregoriana.

Annachiara Valle

© Famiglia Cristiana, 18 maggio 2013

Prossimi eventi