Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Rassegna stampa

Il lascito di Bari, «capitale dell'unità». Il metodo necessario

Ci sono città che hanno nei propri cromosomi la vocazione a essere simbolo di convivenza pacifica tra i popoli. Città «capitale di pace» è ad esempio la Assisi di san Francesco. E, da domenica, città «capitale dell’unità», come l’ha definita il Papa, è definitivamente diventata la Bari di san Nicola

Papa Francesco: Bari, capitale dell’unità

“Capitale dell’unità”. Così Papa Francesco ha definito la città di Bari, a conclusione dell’evento “Mediterraneo, frontiera di pace” che ha riunito nel capoluogo pugliese 58 vescovi cattolici di 20 Paesi che si affacciano sul Mare Nostrum

Cacucci: a Bari un evento senza precedenti

Monsignor Francesco Cacucci, arcivescovo di Bari- Bitonto, traccia un bilancio di Mediterraneo, frontiera di pace, l’evento di riflessione e spiritualità tenutosi nel capoluogo pugliese dal 19 al 23 febbraio e conclusosi ieri con la visita di Papa Francesco, usando un’espressione mutuata dal discorso che il Santo Padre ha rivolto nella Basilica di San Nicola ai 58 vescovi e patriarchi di venti Paesi bagnati dalla acque del Mare Nostrum: “E’ stato un avvenimento unico

Papa Francesco a Bari: “La guerra è follia”

La guerra è "follia". Dalla basilica di San Nicola, concludendo l'incontro "Mediterraneo, frontiera di pace", promosso dalla Cei a Bari, il Papa esorta i vescovi ad essere "artigiani di pace", in un Mare Nostrum caratterizzato da conflitti e contrapposizioni. No a estremismi e fondamentalismi, sì all'accoglienza - anche in campo teologico - che evita di innalzare muri. Come quelli dei discorsi di alcuni leader populisti, che riecheggiano quelli degli Anni Trenta. "L'unico estremismo cristiano è quello dell'amore", il messaggio della messa in Corso Vittorio, davanti a 40mila persone. All'Angelus nuovo appello per la Siria

Diario di un curato di mare. Bari, il sole, il Papa. Da porto a porta

Sono tutti con il naso all’insù a scrutare il cielo. Qualcuno ha visto spuntare l’alba e non ha avuto difficoltà a gridare: “sarà una bella giornata”, una di quella dove il sole la fa da padrone e dove tutto s’illumina.Il fermento delle parrocchie, il ritrovarsi dei giovani e dei più forti dietro le porte delle chiese per procedere insieme verso corso Vittorio Emanuele per accaparrarsi il posto più vicino al palco dove Papa Francesco celebrerà l’Eucarestia, è indescrivibile. In fondo in fondo (per dirla alla barese sotto sotto), tutti sperano di poterlo salutare e dire “C’ero anch’io”

Bari, Bassetti: per il Mediterraneo un’esperienza di comunione

Visita del Papa a Bari: il discorso di Francesco nella Basilica di San Nicola è stato preceduto dall'introduzione del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, e dagli interventi del cardinale Vinko Puljic, arcivescovo di Vrhbosna, e di monsignor Pierbattista Pizzaballa, amministratore apostolico “sede vacante” del Patriarcato Latino di Gerusalemme

#Bari2020. L’opera segno: un progetto con Rondine

L’incontro di riflessione e spiritualità non si chiuderà a Bari il 23 febbraio, ma è destinato ad essere solo l’inizio di un cammino. Perché ciò sia visibilmente sperimentabile, la CEI, attraverso Caritas Italiana, ha voluto lasciare un’”opera segno”: un progetto che si realizzerà con il supporto operativo dell’Associazione Rondine Cittadella della Pace.

Bari, Chiesa turca esempio di speranza

Colloquio con il vicario apostolico di Istanbul che partecipa ai lavori dell’incontro sinodale "Mediterraneo, frontiera di pace": come minoranza viviamo in una situazione difficile ma i limiti sono fatti per essere superati. L’impegno solidale con i migranti ed i più poveri

Incontro Cei Mediterraneo. Padre Di Pinto: “Imparare a conoscere la geografia umana delle persone”

Da Baghdad a Bari. La parrocchia di Sant'Antonio da Padova si prepara ad accogliere il card. Sako. Il parroco, padre Vito Di Pinto, parla dell'impegno dei francescano per i poveri. Destinatari: migranti, senza tetto, ma anche mamme con bambini piccoli e famiglie in difficoltà. L'auspicio per un Mediterraneo senza frontiere: imparare a conoscere la "geografia umana" delle persone, per guardarsi negli occhi e costruire insieme un futuro di pace

Incontro Cei Mediterraneo. Nel quartiere Libertà di Bari dove la speranza ha il volto dei giovani

Viaggio nel quartiere Libertà di Bari dove sorge l’opera salesiana “Redentore”: 20mila metri quadrati di campi sportivi, oratori, centri diurni, scuole professionali. Ma anche percorsi alla legalità e alla giustizia contro ogni forma di criminalità, soprattutto mafiosa. Cuore pulsante di questa attività è la Parrocchia del Redentore che accoglierà il cardinale Cristóbal López Romero, uno dei delegati all’Incontro sul Mediterraneo. Don Francesco Preite, “c'è sempre una speranza nei giovani altrimenti non avrebbe senso tutto quello che facciamo qui”

Da Bari una speranza per il Mediterraneo

Al via nel capoluogo pugliese l’incontro dei vescovi e dei patriarchi dei Paesi che si affacciano sul Mare Nostrum. Ad aprire i lavori il cardinale Bassetti, presidente della Cei: fermare subito guerre, divisioni e violenze

Incontro Cei su Mediterraneo. Mons. Frendo (Albania): “Una società multiculturale e multireligiosa è possibile”

Dopo una storia di dominazioni straniere, un regime comunista più inumano di quello russo e cinese, l'Albania oggi è un Paese che non vuole restare ancorato alla sua memoria ma che vuole guardare avanti. "Abbiamo ricostruito quasi tutto quello che era stato distrutto dal comunismo. L’Albania oggi è un modello di convivenza interreligiosa. Questo è il messaggio che porteremo all'incontro di Bari", dice mons. George Anthony Frendo, arcivescovo metropolita di Tirana-Durazzo e presidente della Conferenza episcopale albanese

Incontro Cei sul Mediterraneo. Card. Bassetti: “Basta alla politica fatta sul sangue dei popoli”

Il card. Bassetti ha aperto l'incontro di Bari esortando a declinare a 360 gradi la parola "pace" e indicando nel "metodo sinodale" e nel concetto di "cittadinanza" la chiave per affrontare insieme le sfide della globalizzazione. Mons. Raspanti: "Non possiamo limitarci alla denuncia". I saluti del sindaco e del presidente della Regione. Domani il primo giorno del confronto tra i 58 vescovi delegati provenienti da 20 Paesi

Bari 2020. Incontro Mediterraneo, l'urgente nave della carità

Per capire l’incontro che si apre oggi a Bari bisogna partire da un biglietto. Dalla riflessione che le agostiniane di Pennabilli hanno consegnato al presidente della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti. «Dove la carità non fa da nave – hanno scritto le monache – ad affondare non sono solo i barconi, ma è la nostra umanità». Poche righe che riassumono tutto

#Bari2020. Al via i lavori al Castello Svevo

Alle ore 16 di mercoledì 19 febbraio prende il via l’incontro di riflessione e spiritualità “Mediterraneo, frontiera di pace”, che riunisce a Bari una sessantina di vescovi provenienti da 20 paesi che si affacciano sul Mediterraneo

#Bari2020. Mons. Antiba, come cristiani portiamo la speranza

“Come cristiani portiamo sempre la speranza, che significa avere Cristo con noi”. Lo ha sottolineato mons. Nicolas Antiba, protosincello dell’arcieparchia di Damasco dei Greco-Melkiti, arrivato a Bari per l’incontro di riflessione e spiritualità “Mediterraneo, frontiera di pace” dalla Siria “dopo anni di guerra e di difficoltà”

Card. Bassetti a Tv2000: il Mediterraneo, spaccato della Chiesa cattolica

“Il Mediterraneo con tutte le sue chiese è uno spaccato di Chiesa Cattolica”. Lo ha detto il presidente della Conferenza episcopale italiana, il card. Gualtiero Bassetti, in un’intervista a ‘Il diario di Papa Francesco’ su Tv2000 alla vigilia dell’incontro ‘Mediterraneo frontiera di pace’, che si svolge a Bari dal 19 al 23 febbraio

Alla vigilia di #Bari2020

La vigilia dell’incontro di riflessione e spiritualità si carica di attesa e speranza. A Bari fervono i preparativi per “il convenire dei vescovi del Mediterraneo, voluto dal presidente della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti, per riflettere e aprire spiragli sul futuro delle Chiese che si affacciano sul Mare Nostrum e guardano all’oggi, fatto di difficoltà ma anche di speranza”, spiega Vincenzo Corrado, direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Cei

Incontro Cei su Mediterraneo. Mons. Bugeja (Libia): “Chiesa libica presente e non nascosta”

Al via domani a Bari l'incontro dei vescovi del Mediterraneo promosso dalla Cei. Tra i partecipanti anche il vicario apostolico di Tripoli (Libia), mons. George Bugeja. In una intervista al Sir il vescovo fa il punto della situazione nel Paese nordafricano segnato da una guerra civile e parla del ruolo e dell'impegno della piccola Chiesa cattolica locale che definisce significativamente "presente e non nascosta"