Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Indice degli articoli

Un mondo nuovo

Popoli e Missione: Se, dopo il coronavirus, il mondo non sarà più lo stesso, sarà la volta buona in cui troveremo la volontà e la forza di costruite un mondo nuovo

Coronavirus. Come cambia il Triduo pasquale

Decreto della Congregazione per il culto divino: niente lavanda dei piedi, processioni né riti di pietà popolare Confermata la data in cui celebrare la Pasqua: 12 aprile con Veglia e Messe

Coronavirus in Europa. Candele accese alle finestre di casa per “illuminare questa notte con un oceano di luce”

Non solo l’Italia. Anche i vescovi di Francia, Svizzera, Belgio, Irlanda, Inghilterra e Galles hanno deciso di sospendere, fino a data da destinarsi, la celebrazione di ogni celebrazione pubblica delle messe. A Londra il cardinale Nichols invita tutti alla responsabilità: “Per favore, fai la tua parte”. Da Bruxelles invece il cardinale De Kesel lancia un monito: “Nessuno può permettersi di considerarsi un'eccezione”. Dalla Francia e dalla Svizzera invece la proposta di “illuminare questa notte con un oceano di luce” accendendo una candela sul davanzale di casa

Padre Cantalamessa: Maria figura e modello in questo tempo di prova

Il cammino di fede di Maria, la Madre di Gesù, è il tema della seconda predica di Quaresima registrata, a causa dell'emergenza coronavirus, nella cappella Redemptoris Mater e proposta alla Curia romana e a Papa Francesco. Un cammino non facile, ha detto il predicatore padre Cantalamessa, che ha conosciuto momenti di grande sofferenza, ma che ci rivela la vicinanza e insieme la grandezza della Vergine

Quando san Michele arcangelo apparve a Roma e fermò la peste

Con la potenza della preghiera, papa san Gregorio Magno riuscì a fermare la peste del 590 che si era abbattuta su Roma. L’angelo Michele scese su Castel Sant'Angelo rinfoderando la spada. Ecco il motivo del grande angelo di bronzo sul mausoleo di Adriano e del suo nuovo nome

Perdono senza sacerdote? Il Papa ricorda come riceverlo

Persone in fin di vita senza cappellani, famiglie chiuse in casa e impossibilitate a raggiungere il prete a causa dell'emergenza Covid-19: nell’omelia a Santa Marta Francesco cita il Catechismo e la “contrizione” che rimette i peccati in attesa di andare a confessarsi

Lettera per i catechisti

Questo documento, nella sua essenzialità, offre indicazioni per l’annuncio anche fra le limitazioni e le privazioni di questo tempo

Un segno di suffragio e di consolazione

Venerdì 27 marzo i Vescovi si recheranno da soli a un Cimitero della propria Diocesi per affidare alla misericordia del Padre tutti i defunti di questa pandemia e per esprimere la vicinanza della Chiesa a chi è nel pianto e nel dolore

Il Papa: tutto sembra vacillare, il Rosario ci fa saldi in ciò che conta davvero

Papa Francesco si unisce spiritualmente a quanti, alle 21 di questa sera, reciteranno il Rosario aderendo all'appello dei vescovi italiani per l'emergenza Coronavirus. In un videomessaggio il Papa esorta tutti alla speranza e all'esercizio della prossimità in famiglia, attraverso la comprensione, la pazienza e il perdono. La preghiera a San Giuseppe perché protegga l'Italia

Coronavirus: Rosario per l’Italia. P. Fornos: “La preghiera di un popolo non resta inascoltata”

“Il Padre buono soffre con noi e ascolta la nostra preghiera, specialmente il grido dei poveri, e come dice il testo non rimane in silenzio, non tace, ma agisce”. Parla padre Frederic Fornos, direttore internazionale della Rete Mondiale di Preghiera del Papa, nel giorno in cui la Chiesa italiana promuove un momento di preghiera per tutto il Paese con la recita in casa del Rosario alle ore 21

Quaresima e Coronavirus: come pregare in casa?

L’anima ha bisogno di punti di riferimento per orientarsi dentro di sé: non è un problema solo di oggi, ma oggi è senz’altro vissuto più acutamente, perché siamo perennemente distratti, assorbiti e distolti da schermi (sì, anche quello da cui stai leggendo proprio ora). Il dialogo con Dio deve poter raggiungere una spontaneità libera, ma questa spontaneità, se non vuole confondere la preghiera con il rimuginare tra sé e sé, deve nutrirsi di una disciplina seria

Il Papa: siamo in emergenza, preghiamo insieme il Rosario

"Io vi accompagnerò da qui". Lo ha detto Papa Francesco al termine dell'udienza generale riferendosi alla preghiera del Rosario che domani sera alle 21 reciterà dal Vaticano assieme ai fedeli italiani, chiamati a raccolta dalla Cei nel mezzo della crisi del Covid-19. La preghiera ci unirà ancora di più, afferma ai nostri microfoni Vincenzo Corrado, direttore dell'Ufficio Cei per le Comunicazioni sociali

Betlemme in quarantena, prega per l'Italia e il mondo

Uniti come fratelli: dalla Grotta della Natività arriva la forte unità nella preghiera da parte di tutti i cristiani. Nelle parole di fratel Emad Kamel ofm, animatore della Pastorale giovanile della Custodia in Terra Santa la certezza che questa Pasqua sarà di Resurrezione se convertiamo i nostri cuori e lasciamo spazio a Dio