Arcivescovo

S.E. Giuseppe

Satriano

IN AGENDA

Indice degli articoli

Terra Santa. Padre Patton (Custodia): il sito del Battesimo di Gesù “da campo di battaglia a luogo di pace e di preghiera”

Domenica 10 gennaio, festa del Battesimo di Gesù, i francescani torneranno a celebrare la messa nella chiesa di san Giovanni Battista a Qasr Al-Yahud, sul luogo dove la tradizione situa il battesimo di Cristo. L'ultima celebrazione risale al 7 gennaio 1967. Dopo la Guerra dei Sei Giorni, l'area fu occupata da Israele e divenne zona minata. Dopo lo sminamento quello che prima era un campo di battaglia ora è diventato un luogo di pace

Terra Santa: dopo 54 anni, festa nel luogo in cui Gesù fu battezzato

I francescani della Custodia potranno celebrare domenica il Battesimo di Cristo sulle rive del Giordano dove lo ricevette da Giovanni Battista. Si tratta del sito di Qasr al-Yahud. Diventato un campo minato dopo la guerra del 1967, torna ora ad essere un luogo di pace e di preghiera. Per padre Ibrahim Faltas si tratta di "un giorno storico"

Koch: da una storia di divisione può nascerne una di riconciliazione

Il presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani riflette sul significato e l'importanza della nuova traduzione italiana della Dichiarazione Congiunta sulla Dottrina della Giustificazione che risale al 1999. Ne emerge un nuovo impegno sulla strada del dialogo ecumenico

Si apre l’anno giubilare di San Domenico di Guzman

Durerà fino all’Epifania 2022 l’Anno speciale dedicato al fondatore dell’Ordine dei predicatori, nell’ottavo centenario dalla sua morte. L’apertura a Bologna con una Messa celebrata dal cardinale Zuppi

“Mother Cabrini” domani su Raiuno. Cristina Odasso (attrice protagonista): “Una portatrice di speranza che ancora vive in me”

Domani sera su Raiuno il film che racconta la vita della patrona dei migranti, donna rivoluzionaria e “imprenditrice del bene”. “Mi ha fatto un regalo segreto”, confida in questa intervista al Sir l’attrice che le ha dato volto e voce. E sulla crisi del mondo dello spettacolo: “I bonus ci hanno fatto sfangare la carestia ma non bastano. Nel nostro mestiere quello che servirebbe è essere considerati una categoria professionale a tutti gli effetti”

Francesco: sia il 2021 un anno di fraterna solidarietà e di pace per tutti

E' dedicato a Maria Madre di Dio il primo giorno dell'anno ed è a lei che si affidano le preghiere e le speranze di pace per il mondo in questo 2021 che si apre. Nella ricorrenza della Giornata mondiale della Pace, Papa Francesco ribadisce all'Angelus che questo "bene supremo" è un dono di Dio e si costruisce con l'attenzione agli altri e attraverso il dialogo e la cooperazione tra i popoli

Su Rai uno il 3 gennaio il film: "Chiara Lubich. Tutto vince l'amore"

Presentato in conferenza stampa online il tv movie su Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari, realizzato in occasione del Centenario della sua nascita a Trento, il 22 gennaio 1920. Dal film emerge il ritratto di una donna libera, appassionata e coraggiosa che vive per un grande sogno coltivato oggi da tanti: realizzare la fratellanza universale

Chiara Amirante: «Ho trovato Dio negli inferi della Stazione Termini di Roma»

L’intervista alla fondatrice di Nuovi Orizzonti, premiata dal Capo dello Stato come Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, in cui racconta com’è nata l’associazione, che nel 2019 ha compiuto 25 anni: «Quando incrociai lo sguardo di un tossicodipendente capii qual era la mia strada. E chiesi un segno che arrivò»

San Silvestro, il Papa "schiacciato" dai travagli del suo tempo

Il suo lungo pontificato durato 21 anni, dall’anno 314 al 335, è tribolato dalle controversie disciplinari e teologiche, e l’autorità della Chiesa di Roma su tutte le altre Chiese non è ancora acquisita. Papa Silvestro non ha alcun modo di intervenire nei dibattiti dei Concili di Arles e di Nicea ma gli vengono solo comunicate, con solennità e rispetto, le decisioni prese

Un Anno speciale per testimoniare l'amore familiare

Iniziative spirituali, pastorali e culturali per accompagnare le famiglie di fronte alle sfide del nostro tempo. A proporle è il Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita che intende così sostenere parrocchie, diocesi, università e associazioni nella celebrazione dell'Anno della “Famiglia Amoris Laetitia", annunciato da Papa Francesco questa domenica 27 dicembre, e nell'approfondimento dell'Esortazione apostolica dedicata all'amore familiare

Il Papa annuncia l'Anno dedicato alla "Famiglia Amoris laetitia"

Inizierà il prossimo 19 marzo, a 5 anni dalla pubblicazione dell’Esortazione apostolica e si concluderà il 26 giugno 2022 in occasione del X Incontro Mondiale delle Famiglie. Sarà, come annunciato oggi dal Papa all'Angelus, nella Festa della Santa Famiglia, un anno di riflessione e approfondimento dei contenuti del Documento cui Francesco invita tutti ad aderire

Francesco prega per le famiglie in lutto e provate dalla pandemia

Al termine della recita dell'Angelus, nella giornata della Festa della Santa Famiglia, il Papa affida al Signore in particolare i nuclei familiari che a causa del Covid- 19 hanno perso un congiunto e si trovano in situazione di difficoltà. Con loro il pensiero va anche ai medici e al personale sanitario impegnato in prima linea nella lotta quotidiana al virus

Il Papa nella festa di S. Stefano: i gesti d'amore cambiano la storia

Amore, preghiera e perdono: questo ha contraddistinto la vita del primo martire della Chiesa che si festeggia il 26 dicembre e di tutti coloro che vogliono essere, come lui, testimoni di Gesù cambiando il male in bene. Ne parla il Papa all’Angelus soffermandosi sui gesti d’amore anche piccoli che tutti possiamo compiere nel quotidiano facendo della nostra vita un’opera straordinaria.Nei saluti infine il grazie del Papa per gli auguri ricevuti da tutto il mondo

Santo Stefano, perché si celebra subito dopo il Natale?

Nei giorni seguenti alla manifestazione del Figlio di Dio furono posti i “comites Christi”, cioè i più vicini nel suo percorso terreno e primi a renderne testimonianza con il martirio. Così al 26 dicembre c’è il primo Martire della cristianità, segue al 27 san Giovanni Evangelista, il prediletto da Gesù, poi il 28 i Santi Innocenti, bambini uccisi da Erode con la speranza di eliminare anche il Bambino di Betlemme

Messaggio di Natale: Gesù porti pace e speranza nel mondo logorato da guerre e pandemia

Papa Francesco ha ricordato nel messaggio natalizio terre e popoli sconvolti, in varie regioni del pianeta, da drammi e conflitti. Riferendosi alla pandemia, il Pontefice ha sottolineato che i vaccini devono essere disponibili per tutti, specialmente per i più vulnerabili. E ha anche rivolto il proprio pensiero alle famiglie che oggi non possono ricongiungersi a causa dell'emergenza sanitaria. Dall’Aula delle Benedizioni, ha poi impartito la benedizione Urbi et Orbi

Bartolomeo: con la secolarizzazione il Natale ha perso colore

Nel Messaggio per il Natale, il Patriarca ecumenico di Costantinopoli ricorda il senso dell'incarnazione da parte di un Dio che non fa scomparire le sventure ma rende l'uomo più vero. Intensi i pensieri dedicati a chi soffre per il coronavirus, così come pregnante è l'analogia tra il personale medico e il clero: i loro 'camici' sono entrambi simbolo di sacrificio e spirito di servizio

Gualtiero Bassetti: «Natale è mettere la vita nelle mani di Gesù»

«Sarà una festa particolare ma non più triste. Andiamo incontro a Gesù con amore, nella condizione in cui ci troviamo», dice al settimanale "Credere" il presidente della Cei, che ha vissuto in prima persona il dramma del Covid. «Dobbiamo prenderci cura gli uni degli altri»

Natale, patriarchi e Chiese di Gerusalemme: Dio è con noi sempre

Il messaggio di Natale che arriva da Gerusalemme è di incoraggiamento speranza e sostegno, guardando a Dio che ci accompagna in ogni circostanza. Ma nel testo anche il riferimento alla presenza delle diverse comunità religiose in Terra Santa quale tratto specifico e prezioso