Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Indice degli articoli

Essere bambini al tempo del Coronavirus

Alle prese con l’inedita condizione di isolamento, i bambini ci insegnano quanto la creatività e la tenerezza possano aiutarci ad affrontare l’emergenza sanitaria, facendoci riconoscere più uniti e più solidali

Quaresima e Coronavirus: i dettagli dei figli

Questa pandemia che ci ha fermati e rinchiusi ci sta dando lezioni severe e importanti sul valore che dobbiamo riscoprire nella frequentazione dei nostri cari, troppo spesso incrociati di sfuggita nella vita ordinaria

Assistenza no stop a famiglie e indigenti

Le parrocchie chiuse, il blocco delle attività pastorali (riunioni, catechesi, assemblee) e le mense fraterne inattive in questo momento, non hanno fermato l’impegno nelle attività di carità della Diocesi di Mazara del Vallo

La supplica a Padre Pio per ottenere da Dio la fine del flagello

Composta dall’arcivescovo di Manfedonia, padre Franco Moscone per gli aderenti ai Gruppi di preghiera di Padre Pio e per tutti i devoti del Santo: «Aiutaci, o glorioso Padre Pio, a intercedere per i malati, i medici, i governanti e il mondo dell’economia, le famiglie dei defunti»

Coronavirus: come vivere questo tempo in famiglia?

Stanno cambiando le nostre vite in questi giorni, anche tra le mura domestiche. Come stiamo vivendo questo tempo dettato dalle restrizioni per evitare l'allargarsi del contagio? Per chi vive in famiglia la quarantena che ci è imposta è proprio un'occasione favorevole

L’impegno della Chiesa italiana

In questo tempo di prova e difficoltà, la Chiesa che è in Italia ha da subito voluto essere vicina alla popolazione con la preghiera e con iniziative volte a dare speranza e aiuto concreto

Emergenza coronavirus. Il tempo della cura. Il lavoro al servizio della persona

La centralità della persona non è un semplice slogan da sbandierare, ma un criterio operativo e uno stile di lavoro da riaffermare con forza. Se ne fa interprete la Segreteria Generale, attraverso questo contributo – curato da Ufficio Nazionale per i problemi sociali e il lavoro, Ufficio Nazionale per la pastorale della salute e Caritas Italiana – in continuità con una riflessione iniziata la scorsa settimana

L’importanza di mantenere il contatto digitale. 10 consigli per i catechisti

Papa Francesco, in questi giorni, sta pregando per i sacerdoti che devono accompagnare il popolo di Dio in questa crisi, augurandosi di cuore che il Signore dia loro la forza e anche la capacità di scegliere i migliori mezzi (anche tecnologici) per aiutare. Il catechista, come i presbiteri, non può permettersi di "mettere in pausa" i ragazzi o gli adulti che segue settimanalmente assieme alle loro famiglie. Consapevole di questo, don Marco Sanavio prova a dare 10 utili consigli sul fare catechismo in tempo di epidemia...

Siamo i custodi gli uni degli altri

"Sono forse io il custode di mio fratello?": è la domanda che ci interroga e sfida in questo periodo di solitudine forzata ed emergenza in cui tutti ci si riscopre più fragili e bisognosi. La riflessione di suor Veronica Donatello, responsabile del Servizio nazionale per la pastorale delle persone con disabilità

Un mondo nuovo

Popoli e Missione: Se, dopo il coronavirus, il mondo non sarà più lo stesso, sarà la volta buona in cui troveremo la volontà e la forza di costruite un mondo nuovo

Coronavirus. Come cambia il Triduo pasquale

Decreto della Congregazione per il culto divino: niente lavanda dei piedi, processioni né riti di pietà popolare Confermata la data in cui celebrare la Pasqua: 12 aprile con Veglia e Messe

Coronavirus in Europa. Candele accese alle finestre di casa per “illuminare questa notte con un oceano di luce”

Non solo l’Italia. Anche i vescovi di Francia, Svizzera, Belgio, Irlanda, Inghilterra e Galles hanno deciso di sospendere, fino a data da destinarsi, la celebrazione di ogni celebrazione pubblica delle messe. A Londra il cardinale Nichols invita tutti alla responsabilità: “Per favore, fai la tua parte”. Da Bruxelles invece il cardinale De Kesel lancia un monito: “Nessuno può permettersi di considerarsi un'eccezione”. Dalla Francia e dalla Svizzera invece la proposta di “illuminare questa notte con un oceano di luce” accendendo una candela sul davanzale di casa