Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Indice degli articoli

San Silvestro, il Papa "schiacciato" dai travagli del suo tempo

Il suo lungo pontificato durato 21 anni, dall’anno 314 al 335, è tribolato dalle controversie disciplinari e teologiche, e l’autorità della Chiesa di Roma su tutte le altre Chiese non è ancora acquisita. Papa Silvestro non ha alcun modo di intervenire nei dibattiti dei Concili di Arles e di Nicea ma gli vengono solo comunicate, con solennità e rispetto, le decisioni prese

Il paradigma della Pace declinato da Papa Francesco

Ripercorriamo, attraverso le parole di del Papa, i messaggi per la Giornata Mondiale della Pace dal 2014 al 2020. Domani, Solennità di Maria Santissima Madre di Dio, si celebrerà la 53.ma Giornata e Francesco presiederà la Santa Messa nella Basilica Vaticana

Pizzaballa: il 2020 porti dialogo e responsabilità in Medio Oriente

Una Messa per riunire i cristiani dei Territori e parlare della figura di san Giuseppe, uomo e padre. A celebrare oggi nella Festa della Santa Famiglia è l'amministratore apostolico del Patriarcato di Gerusalemme dei Latini l'arcivescovo Pierbattista Pizzaballa. Nella nostra intervista traccia anche un primo bilancio dell'anno trascorso ed esprime il suo auspicio per il 2020

Festa della Santa Famiglia. Il Papa: genitori e figli si sostengano nell'adesione al Vangelo

Gesù, Maria e Giuseppe possono essere il modello di santità per le nostre famiglie. Nella riflessione prima della preghiera mariana dell'Angelus Papa Francesco indica come l'essere totalmente disponibili alla volontà di Dio sia la strada per la santità anche oggi tra genitori e figli. E a loro rivolge la speciale raccomandazione di riprendere a comunicare. Quindi gli auguri per un nuovo anno di pace, pace del cuore

La Santa Famiglia di Nazareth, un modello per tutte

La domenica tra Natale e Capodanno – o il 30 dicembre quando Natale cade di domenica - la Chiesa ricorda la Santa Famiglia di Nazareth, faro che illumina le famiglie cristiane che ad essa guardano e ad essa si affidano con la preghiera

San Giovanni evangelista, il discepolo che Gesù amava

Il biblista Gianfranco Ravasi ci guida alla scoperta di una delle figure di spicco fra i discepoli di Gesù, autore del quarto Vangelo, testo caratterizzato da un linguaggio teologico molto raffinato, nonostante Giovanni fosse un pescatore, come i suoi fratelli Simon Pietro e Andrea

Natale del Signore, la festa della luce

Il Natale è la solennità per eccellenza, che celebra il Mistero dell’Incarnazione di Dio nel Bambino Gesù. Il suo tempo liturgico è molto lungo: dopo un periodo di preparazione costituito dalle quattro domeniche d’Avvento, inizia con i Vespri della Vigilia per concludersi con il Battesimo del Signore

Messaggio di Natale del Papa: Cristo sia luce per i bambini vittime della guerra

Papa Francesco, nel messaggio natalizio che precede la benedizione Urbi et Orbi, ricorda che la luce del Bambino che nasce è più grande delle tenebre nei cuori umani e nei conflitti. Appello per la pace in Siria, in Terra Santa, Ucraina e Repubblica Democratica del Congo, per le crisi in Libano e Venezuela, per chi è perseguitato per la fede e per chi deve “emigrare nella speranza di una vita sicura"

Natale, dalla data alla liturgia: dieci cose da sapere

Perché si festeggia il 25 dicembre? Cosa significa "presepe" e a quando risale la tradizione di allestirlo? Quando nacque esattamente Gesù Cristo? Perché la liturgia del Natale si compone di quattro messe? Perché la Chiesa d'Oriente lo festeggia in un'altra data? Ecco una guida pratica per conoscere la festa più importante dell'anno che celebra la nascita del Figlio di Dio

«Gesù ha cambiato il mondo conquistando i cuori, non il potere»

«La nascita di Gesù non ha cancellato nessuno dei drammi politici, sociali ed economici del suo tempo. Gesù non è venuto a rivoluzionare le strutture sociali del suo tempo, non ha voluto conquistare il potere, ma il cuore dell’uomo», ha scritto nel messaggio natalizio monsignor Pierbattista Pizzaballa, amministratore apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme. Israele ha deciso di concedere permessi ai cristiani di Gaza per recarsi a Natale a Gerusalemme e a Betlemme

Il Papa nella notte di Natale: Dio viene gratis, non segue logica del dare per avere

Nella tradizionale Messa in Basilica Vaticana nella notte di Natale, Francesco ricorda che l’amore del Signore non è negoziabile. L’umanità, prosegue, non è più sola perché Dio si è fatto uomo. Di fronte all’amore “folle” di Gesù non ci sono scuse: non aspettiamo - afferma - che il prossimo “diventi bravo” per fargli del bene o che la Chiesa sia perfetta per amarla. Diventiamo un dono: così, esorta, cambieremo noi e la Chiesa

A Natale sentirsi famiglia con i piccoli chi non ce l’hanno

30 mila minori, in Italia, vivono questo Natale fuori lontano dalla loro case d’origine. La risposta delle Case famiglia e dei Gruppi appartamento dei Salesiani per condividere con i piccoli ospiti la gioia delle festività e il calore degli affetti familiari

I messaggi di Natale delle Chiese di Gerusalemme e di Pizzaballa

La nascita di Gesù trasforma ogni male in pienezza di vita. E’ il cuore dei messaggi, in occasione del Natale, dei patriarchi e i capi delle Chiese di Gerusalemme. Essere cristiani significa donare la vita: è quanto evidenzia monsignor Pizzaballa, amministratore apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme

L’annuncio del Vangelo nel mondo secolarizzato

Nel recente discorso alla Curia il Papa ha ricordato che non viviamo più nella cristianità e ha parlato della necessità della conversione pastorale e della radice dell’essere autentici missionari

Giuseppe è il modello da seguire per attendere il Natale

Troppo spesso la figura del falegname di Nazareth è stata presentata in modo sbagliato, una certa letteratura spirituale lo ha reso uno strumento vuoto nelle mani di Dio, il suo agire per alcuni è un agire obbligato, privo di qualsiasi capacità di ragionamento personale, emerge così la figura di un uomo che non sceglie secondo un suo personale giudizio ma che viene travolto da una serie di eventi che è costretto ad accogliere. Matteo nel suo Vangelo fa precedere l'intervento dell'angelo da questa frase: "Mentre stava considerando queste cose"

«Facciamo riposare mamma», quel Giuseppe che commuove il Papa

«Nei ritmi a volte frenetici di oggi», il presepe è «un invito alla contemplazione», sottolinea Jorge Mario Bergoglio che «ci ricorda l’importanza di fermarci. Perché solo quando sappiamo raccoglierci possiamo accogliere ciò che conta nella vita». Il tenero rimando alle statuine che spopolano sul web: la Madonna assopita, Giuseppe tiene in braccio Gesù Bambino che si stira, coccolando in silenzio: «Ssss, mamma dorme»

Prossimi eventi