Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Indice degli articoli

Sinodo 2018. Fr. Alois (Taizé): “Un patto di ascolto reciproco tra i vescovi e i giovani”

“Un patto di ascolto reciproco tra i vescovi e i giovani”. È quanto sta emergendo da questo Sinodo, ormai prossimo al traguardo. Ne è convinto fr. Alois, priore della Comunità ecumenica di Taizé, che dal 1940 è meta di pellegrinaggio di migliaia di giovani. Invitato speciale al Sinodo, dice: “Personalmente vorrei dire ai giovani: potete trovare nella Chiesa un luogo di amicizia, dove siete tutti i benvenuti e sarete accolti per quello che siete. Cristo accoglie ogni persona e cammina con lui”

Clima: i vescovi di tutto il mondo uniti contro gli “effetti devastanti” del riscaldamento globale

Un appello ai leader di tutto il mondo, in vista della Cop24 sul clima che si terrà in Polonia a dicembre, perché intervengano per contrastare gli effetti devastanti del riscaldamento globale. E' stato firmato oggi a Roma dai presidenti delle Conferenze episcopali regionali di Europa, Asia, Africa, America Latina ed Oceania. Focus sull'Africa con mons. Gabriel Mbilingi, arcivescovo di Lubango (Angola) e presidente del Secam, il Simposio delle Conferenze episcopali di Africa e Madagascar

#Synod2018: vescovi e giovani, pellegrini sulle orme di Pietro

Camminare, come tanti pellegrini del passato, lungo l’ultimo tratto della via Francigena per poi rendere omaggio alla tomba di Pietro. E’ il pellegrinaggio che ha preso il via stamani dalla via Camilluccia, a Roma, e al quale prendono parte i giovani e i vescovi che stanno partecipando al Sinodo

Matrimonio? Non bastano quattro incontri in parrocchia

Papa Francesco spiega il sesto comandamento, non commettere adulterio e ricorda che «l’amore si manifesta proprio oltre la soglia del proprio tornaconto, quando si dona tutto senza riserve». La fedeltà «è la caratteristica della relazione umana libera, matura, responsabile», in tutti i campi. «Anche un amico si dimostra autentico perché resta tale in qualunque evenienza». E chiede che i fidanzati siano seguiti meglio nella preparazione al matrimonio perché la fedeltà non è un atto di semplice volontà

Italiani nel mondo: partono i giovani ma anche genitori e nonni. Il boom degli over 50

XIII edizione del Rapporto Italiani nel mondo curato dalla Fondazione Migrantes, dedicato ai giovani italiani all'estero. Tra i temi affrontati: il lavoro e le relazioni tra generazioni, l’associazionismo, le necessità pastorali e burocratiche. Non vengono tralasciati argomenti scottanti come come l’estrema povertà che porta molti italiani a vivere in strada - è il caso di Londra - né la presenza irregolare, detenzione ed espulsione in alcuni territori come l'Australia

Sinodo: presentato il progetto di Documento finale

Settimana conclusiva per il Sinodo sui giovani in corso in Vaticano dal 3 ottobre. I lavori si chiuderanno domenica con la solenne messa nella Basilica Vaticana. Questa mattina in Aula la presentazione del progetto di Documento finale e la consegna del testo, ancora riservato, ai partecipanti. 252 i Padri presenti

"Francesco. La Saggezza del tempo": un nuovo abbraccio tra generazioni

Nel nuovo llibro di padre Antonio Spadaro prende corpo in modo inedito la realtà degli anziani e il loro ruolo rispetto al futuro delle giovani generazioni. Nella prefazione firmata dal Papa il compito che il Pontefice affida agli uni e agli altri con l'invito alla memoria, al coraggio e ad una sana utopia

Una messa per le galline è una messa per la vita

Dirò con tutto il cuore la messa per le galline della signora anziana, proprio perché è un servizio alla vita, alla sua vita. Ed io come pastore, celebrando una messa secondo l’intenzione della donna, ho servito alla vita di lei e della sua famiglia. Ho conservato quel foglio e l’ho messo davanti al mio laptop per averlo davanti agli occhi, perché nel mentre il pc mi fa entrare in un mondo virtuale, a volte alienante e frustrante, quel foglio semplice scritto in albanese grezzo, mi fa scendere nella vita concreta e mi ricorda che appartengo alla terra

E il nuovo papa gridò:"Aprite le porte a Cristo"

Per ricordare il Pontefice polacco, canonizzato da Francesco il 27 aprile 2014, la Chiesa ha scelto il giorno in cui iniziò il pontificato, il 22 ottobre 1978, quando fece risuonare il suo invito a tutti gli uomini di far entrare Gesù nella vita quotidiana di ciascuno: "Non abbiate paura: aprire, anzi spalancate le porte a Cristo!"

Il volto di Cristo al centro della terza edizione della "Settimana della Bellezza"

Al via da oggi la "Settimana della Bellezza". Promossa dalla Diocesi di Grosseto, prevede incontri, testimonianze ed eventi artistici che ruoteranno intorno ad un volto, quello di Cristo. Sabato verrà esposta una copia della reliquia conservata da circa quattro secoli nel convento dei cappuccini di Manoppello, quella del Volto Santo

Ravasi esplora tutti i giovani della Bibbia

Il volume “Cuori inquieti” dell'insigne biblista, pubblicato in occasione del Sinodo, analizza le tante figure di “figli” presenti nel testo sacro. A cominciare, naturalmente, da Gesù Cristo

Hilarion: "È stato il Patriarca Bartolomeo a optare per lo scisma"

È “scisma” tra il Patriarcato di Mosca e il Patriarcato di Costantinopoli. Il metropolita russo Hilarion è durissimo sulle responsabilità di chi ha portato il mondo ortodosso a questa situazione e in un’intervista al Sir e a inBlu Radio spiega: “È quanto ha scelto il Patriarca Bartolomeo stesso. Poteva scegliere di essere il centro di coordinamento per tutte le Chiese ortodosse o essere in scisma. Lui ha optato per lo scisma”. Le conseguenze – anche nel dialogo ecumenico – sono pesanti. “Non parteciperemo a nessuna Commissione presieduta o co-presieduta dal Patriarca di Costantinopoli. Significa che non parteciperemo in alcun dialogo teologico nel quale sono presenti rappresentanti del Patriarcato di Costantinopoli che presiedono o co-presiedono”

San Luca, lo «scriba della mansuetudine di Cristo»

Così lo ha definito Dante perché nel suo Vangelo prevalgono immagini di mitezza, di gioia e di amore. Di famiglia pagana, fu medico di spicco ad Antiochia. Dopo la conversione divenne allievo di San Paolo che seguì in diversi viaggi tra cui Filippi, Gerusalemme e Roma. Le sue spoglie mortali sono custodite nella Chiesa di Santa Giustina a Padova

Mafie: Libera, per il 75% degli italiani sono un fenomeno globale” ma solo il 38% le ritiene presenti sul suo territorio

Solo il 38% dichiara che “la mafia dove abita è un fenomeno preoccupante e la sua presenza è socialmente pericolosa”, mentre “il 52% si divide tra coloro che la ritengono marginale e coloro che la ritengono preoccupante ma non socialmente pericolosa”. Solo per l’8,5% è diffusa in tutta Italia. E’ quanto emerge da “Liberaidee. Rapporto sulla percezione e la presenza delle mafie e della corruzione in Italia”, presentato oggi a Roma dall’associazione Libera

Gmg Panama 2019: ci saranno anche 1.000 pellegrini indigeni. Per loro anche un incontro mondiale della gioventù indigena

Ci sarà anche il volto indigeno della Chiesa alla Gmg di Panama. Si stimano in oltre mille i giovani indigeni, provenienti da diverse parti del mondo, che prenderanno parte all’incontro mondiale della gioventù indigena (Imgi) che avrà luogo nei giorni precedenti la Gmg (dal 17 al 21 gennaio), a Soloy, comarca indigena di Ngäbe-Bugle, diocesi panamense di David. Un'iniziativa unica, ricca di eventi, voluta dai vescovi responsabili della pastorale indigena, che si svilupperà nel solco dell'enciclica Laudato si'. Al termine del loro incontro i giovani nativi si trasferiranno a Panama per partecipare alla Gmg. Qui, in un parco cittadino, organizzeranno un vero e proprio villaggio indigeno, con prodotti di artigianato, musiche e danze

A lezione di fisica contro le fake news. Magnea (Univ. Torino): “Maleducazione e aggressività sono campanelli d’allarme. Attenzione ai numeri”

"I dati scientifici sono oggetto di propaganda falsa: dai vaccini ai cambiamenti climatici. In una democrazia, però, le opinioni e le decisioni vengono prese sui fatti, e se questi sono presentati in maniera non corretta è un problema". Lo sostiene Lorenzo Magnea, docente di fisica teorica all’Università di Torino, che il 18 ottobre terrà una lectio magistralis per l’evento “Chi dà retta alle sirene? Informazione e disinformazione nell’era del web e dei social” organizzato dall'Auser nel capoluogo piemontese

Sinodo 2018. Mons. Pizzaballa: “Consapevoli che facciamo fatica a parlare ai giovani. L’urgenza della testimonianza e della coerenza di vita”

Qual è il contributo che i padri sinodali e partecipanti dal Medio Oriente stanno dando a questo Sinodo? "Mancano ancora diversi giorni - risponde mons. Pierbattista Pizzaballa - e alcuni padri devono ancora parlare. È vero che c’è bisogno di pane, di giustizia, di prospettive sociali ma abbiamo anche bisogno di riconciliazione nelle nostre comunità, di dialogo. Come Chiesa – è bene dirlo – non risolveremo i problemi politici e sociali del Medio Oriente. Per quante case e quanti progetti possiamo fare, il futuro delle nostre comunità non dipende dalle nostre capacità di investimento. È evidente che dobbiamo partire da altro, come i giovani"

Sinodo 2018: “fare della parrocchia la casa dei giovani”

La seconda settimana del Sinodo dei vescovi sui giovani si è conclusa con le relazioni dei 14 Circoli minori sulla seconda parte dell'Instrumentum laboris. "Fare della parrocchia la casa dei giovani", una delle proposte emerse durante i lavori. Il 25 ottobre i padri sinodali faranno un pellegrinaggio lungo l'ultimo tratto della Via Francigena

Quel giorno che cambiò la storia, parla il segretario di Wojtyla

Il Conclave. La fumata bianca. La sorpresa. L'emozione. Quel che precedette il 16 ottobre 1978. E quel che seguì. Giovanni Paolo II nel ricordo del cardinale Stanislao Dziwisz, arcivescovo emerito di Cracovia, segretario personale del primo Pontefice non italiano dopo 455 anni. L'intervista è tratta dal libro “L'Anno dei Tre Papi”, Edizioni San Paolo

Prossimi eventi