Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Indice degli articoli

Il “segno bellissimo” del Papa nel giorno del suo onomastico

La Chiesa oggi ricorda san Giorgio martire, onomastico di Papa Francesco. Nell’occasione saranno consegnati alcuni respiratori in Romania, Spagna e Italia, Paesi particolarmente colpiti dall’epidemia di coronavirus. Una consegna che arriva dopo l’annuncio del 27 marzo scorso in risposta alle necessità di diversi ospedali. Auguri al Papa stanno giungendo da tutto il mondo

Il Papa prega per le famiglie in crisi e per la conversione degli usurai che le affamano

Nella Messa a Santa Marta, Francesco pensa a tante famiglie in crisi a causa del nuovo coronavirus, messe ancora più in difficoltà da chi approfitta di questa situazione di bisogno. Nell’omelia, il Papa ricorda che Gesù prega per noi davanti al Padre mostrando le sue piaghe, prezzo della nostra salvezza: dobbiamo avere più fiducia nella preghiera di Gesù che nelle nostre preghiere

Ambiente. La Giornata (più vera) della Terra

Oggi il 50° dell’evento dedicato al pianeta che ora appare vittima dell’umanità predatrice. La pandemia sintomo del mancato rispetto dell’interdipendenza tra gli esseri umani e le altre specie viventi

Papa all’udienza: “Abbiamo peccato contro la terra, e la terra non perdona mai”

Il Papa ha dedicato l'udienza di oggi alla Giornata mondiale della terra, a cinque anni dalla pubblicazione della Laudato si'. "Abbiamo peccato contro la terra", il mea culpa. "La terra non perdona. Se noi abbiamo deteriorato la terra, la risposta sarà molto brutta", il riferimento all'oggi. Serve "un piano condiviso per scongiurare le minacce contro la nostra casa comune". A partire da due "incontri importantissimi": la Cop 15 a Kunming la Cop26 a Glasgow

Il Papa prega perché l’Europa riesca ad avere l'unità fraterna sognata dai padri fondatori

Nella Messa a Santa Marta, Francesco prega perché l’Europa, in questo tempo in cui è necessaria tanta unità tra le nazioni, riesca ad avere una unità fraterna. Nell'omelia, ricorda l'amore di Dio che ci ha amato così tanto da dare la vita: "Tanti cristiani passano il tempo guardando il crocifisso e lì trovano tutto, perché lo Spirito Santo ha fatto capire loro che lì c’è tutta la scienza, tutto l’amore di Dio, tutta la saggezza cristiana"

Il cardinale Bassetti: una supplica alla Madonna perché ci protegga

La Cei ha affidato l'intero Paese alla protezione della Madre di Dio, in questo momento di pandemia. Il presidente dei vescovi italiani fa notare che l'atto di affidamento è legato anche alla festa di San Giuseppe Lavoratore: "Il mondo del lavoro è in gran parte bloccato ed è necessario che, pur nelle forme consentite, si faccia di tutto per farlo ripartire". Un pensiero per i medici, i religiosi e le religiose vittime del Covid-19: "Mi ha fatto dispiacere che se ne siano andati senza un funerale"

Il Papa: il silenzio di questo tempo ci insegni ad ascoltare

Nella Messa a Santa Marta, Francesco prega perché, in questo tempo caratterizzato dalla pandemia e da un nuovo silenzio, possiamo crescere nella capacità di ascolto. Nell’omelia, parla dell'armonia che regnava nella prima comunità cristiana: lo Spirito Santo è capace di fare meraviglie se siamo docili e gli lasciamo vincere le tre tentazioni che dividono le comunità: i soldi, la vanità e il chiacchiericcio

Il 1° maggio l’Atto di Affidamento dell’Italia a Maria

Raccogliendo la proposta e la sollecitazione di tanti fedeli, la CEI affida l’intero Paese alla protezione della Madre di Dio come segno di salvezza e di speranza. Lo farà venerdì 1° Maggio, alle ore 21, con un momento di preghiera, nella basilica di Santa Maria del Fonte presso Caravaggio (diocesi di Cremona, provincia di Bergamo)

Il Papa: i politici cerchino il bene delle popolazioni e non del proprio partito

Nella Messa a Santa Marta, Francesco prega perché i politici dei vari Paesi, in questo tempo caratterizzato dalla pandemia, attuino la propria vocazione, che è una forma alta di carità. Nell’omelia, ricorda che il cristiano non solo deve osservare i comandamenti ma deve lasciarsi condurre con docilità dallo Spirito, che ci guida dove non sappiamo: questo è rinascere dall'alto, è entrare nella libertà dello Spirito

Francesco: ricostruiamo il mondo senza lasciare nessuno indietro

Nella Domenica dedicata alla Divina Misericordia, il Papa ha celebrato l’Eucaristia nella chiesa di Santo Spirito in Sassia che Papa Wojtyla dedicò a questo culto. Mentre pensiamo a una lenta e faticosa ripresa dalla pandemia, ha detto Francesco, il rischio è che ci colpisca un virus ancora peggiore: “quello dell’egoismo indifferente”. Questa prova è "un’opportunità per preparare il domani di tutti". Al Regina Caeli il Papa ha espresso l’auspicio che si affronti “la crisi attuale in maniera solidale”

Dal Papa l'augurio alle Chiese d'Oriente per la Pasqua

Il Pontefice al Regina Coeli: "In questo tempo di prova, sentiamo quale grande dono è la speranza che nasce dall’essere risorti con Cristo". In due distinti messaggi i Patriarchi di Costantinopoli Bartolomeo I e di Mosca Kirill scrivono i loro auspici per la Solennità di oggi

Bartolomeo e Kirill, i messaggi per la Pasqua ortodossa

Il Patriarca di Costantinopoli e il Patriarca di Mosca scrivono i loro auspici per la Solennità del 19 aprile guardando alla pandemia da coronavirus: siamo fragili ma apparteniamo a Cristo, nessuna restrizione deve spezzare la nostra unità

Festa della Divina Misericordia, farmaco per l’anima del mondo

Domenica alle 11, nella chiesa di S. Spirito in Sassia, centro italiano della devozione a Gesù misericordioso, Papa Francesco celebra la Messa per la festa della Divina Misericordia, istituita 20 anni fa da san Giovanni Paolo II. L'appuntamento lo ha dato lo stesso pontefice nella Messa di questa mattina a Casa Santa Marta. Il rettore monsignor Bart: “Ogni giorno il Papa ci ricorda che Dio è misericordia”

Francesco: nel dopo-pandemia la speranza di rinascere uniti

Sulla rivista spagnola “Vida Nueva” il Papa indica un “Piano per risorgere” dopo il Covid-19. Il virus, dice, ha provocato grande dolore ma ci ha fatto riscoprire un’unica famiglia. È il tempo di avere un nuovo sguardo sul mondo, mettendo in circolo gli “anticorpi della solidarietà”. Non possiamo riscrivere la storia “con le spalle rivolte alle sofferenze degli altri”

Un messaggio di fiducia e speranza

Una lettura spirituale e biblica dell’emergenza in atto e delle domande che essa porta con sé, con uno sguardo al post-coronavirus: è stato questo il filo conduttore della sessione primaverile del Consiglio Episcopale Permanente, che si è riunito giovedì 16 aprile, in videoconferenza, sotto la guida del Cardinale Presidente, Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve. Il testo del comunicato finale

Il Papa prega per i farmacisti: grazie per il vostro aiuto ai malati

Nella Messa a Santa Marta, Francesco ringrazia i farmacisti che lavorano in questo tempo caratterizzato dalla pandemia per aiutare le persone malate. Nell'omelia, afferma che la grande forza che abbiamo per predicare il Vangelo è la gioia del Signore, gioia che è frutto dello Spirito Santo

Stasera, alle 21, il Rosario per l’Italia dal Santuario di Pompei

Avvenire, Tv2000, InBluradio, Sir e Federazione dei settimanali cattolici e Corallo, d’intesa con la Segreteria generale della Cei, invitano i fedeli, le famiglie e le comunità religiose a recitare insieme il Rosario che verrà trasmesso da TV2000 e InBluradio oltre che in diretta Facebook sulla pagina ufficiale della Cei

Il Papa prega per gli anziani che hanno paura a causa della pandemia

Nella Messa a Santa Marta, Francesco prega il Signore perché sia vicino alle persone anziane isolate o nelle case di riposo in questo tempo difficile. Nell'omelia, ricorda la fedeltà di Dio che continua a camminare col suo popolo come salvatore: questa fedeltà è gioia per tutti noi e riscalda il cuore

Prossimi eventi