Arcivescovo

S.E. Giuseppe

Satriano

IN AGENDA

Indice degli articoli

Papa Francesco: criminalità organizzata e Vangelo sono inconciliabili

Il Pontefice ha inviato un messaggio rivolto ai partecipanti al convegno organizzato alla Lumsa per ricordare i trent’anni dalla morte e i dieci dalla beatificazione di don Pino Puglisi, ucciso dalla mafia a Palermo nel 1993. La sua testimonianza, ha ricordato, “ha fruttificato e ci ha donato molte opere di bene e di pace”. La preghiera, infine, per le popolazioni di Ucraina, Israele e Palestina

La supplica del Papa a Maria: liberaci dalla violenza, asciuga le lacrime di donne e madri

Francesco compie il tradizionale atto di devozione alla Madonna in Piazza di Spagna per l'Immacolata. Dalla Vergine invoca la protezione per chi è oppresso da ingiustizia, povertà, guerra e prega per i popoli di Ucraina, Palestina e Israele "nella spirale della violenza". Poi Le affida le donne vittime di violenza e le mamme a cui guerra e terrorismo hanno ucciso i figli. Prima la tappa a Santa Maria Maggiore, per l'omaggio alla Salus Populi Romani con la “Rosa d’oro"

Il Papa: il clima è impazzito, con i soldi delle armi creare un Fondo contro fame e povertà

Il cardinale Parolin pronuncia il discorso di Francesco alla Cop28 di Dubai, in cui il Pontefice chiede ai leader del mondo di superare “divisioni” e “tifoserie” per procedere a un’azione comune contro la devastazione del Creato, “offesa a Dio”, e per frenare "deliri di onnipotenza" e "avidità senza limiti": “L’ora è urgente. La storia vi sarà riconoscente”. Sfata poi il tabù delle nascite e dei poveri come responsabili della crisi in atto e auspica: “Il 2024 sia anno di svolta”

Presepe, il “Vangelo in dialetto”

Sant’Alfonso de’ Liguori ne ha saputo attualizzare il messaggio in uno dei suoi testi più belli, “Quanno nascette Ninno”, collegato al canto natalizio che da esso proviene: “Tu scendi dalle stelle”

Il Papa: pace, per favore! Chi fabbrica armi guadagna sulla morte delle persone

Al termine dell'udienza generale, Francesco riprende la parola dopo che un officiale della Segreteria di Stato ha letto catechesi e saluti a causa della difficoltà del Pontefice nel parlare per l'infiammazione ai polmoni e lancia un appello per il dramma in Medio Oriente: "Prosegua la tregua a Gaza, siano rilasciati tutti gli ostaggi e sia consentito l’accesso agli aiuti". L'invito a non dimenticare l'Ucraina "che soffre tanto, ancora in guerra". Poi un saluto ad un gruppo di artisti circensi

Dieci anni della Evangelii gaudium, Fisichella: testo dalla forza ancora trainante

Il 24 novembre del 2013, a pochi mesi dalla sua elezione, Papa Francesco, promulgava l’esortazione apostolica nella quale ha indicato le priorità che la Chiesa deve affrontare e i temi poi sviluppati nel corso del suo pontificato, dalla Chiesa in uscita all’inclusione sociale dei poveri. Il pro-prefetto del Dicastero per l’Evangelizzazione: serve un nuovo linguaggio per far conoscere il Vangelo

Francesco: la povertà è uno scandalo, Dio ce ne chiederà conto

Il Papa, alla Messa per la settima Giornata Mondiale dei Poveri, chiede ai fedeli di “diventare dono per gli altri” di fronte all’indifferenza di una società indaffarata e distratta. “Pensiamo a quanti sono oppressi, affaticati, emarginati, alle vittime delle guerre e a coloro che lasciano la loro terra rischiando la vita; a coloro che sono senza pane, senza lavoro e senza speranza”

Messa per la pace. Card. Zuppi: “Facciamo nostro il grido di Rachele”

La terza e penultima giornata dell'Assemblea della Cei ad Assisi è stata un'implorazione per il dono della pace, a partire dalla "preoccupazione per l'escalation di violenza e odio di questi giorni, che sta assumendo proporzioni sempre più tragiche". In mattinata la dichiarazione dei vescovi per la pace, poi i Vespri, la processione da San Francesco a Santa Chiara e la Messa nella basilica inferiore con la preghiera sulla tomba del santo. Il card. Zuppi: "la guerra è una lebbra terribile"

Francesco: prendiamo tempo per pregare per la pace, dall'Ucraina al Medio Oriente

Al termine dell'udienza generale di questa mattina, il Papa ha chiesto di invocare Dio perché "dovunque c'è la guerra" noi "vogliamo la pace", ricordando oltre ai conflitti in est Europa e Terra Santa anche quello in corso Sudan "che soffre tanto". Il saluto agli scout e la gratitudine per chi dona il sangue, gesto che salva "tante vite umane"

Il Papa ai giovani: siate speranza per tanti coetanei afflitti da guerre, bullismo, depressione

Messaggio di Francesco per la 38.ma Giornata Mondiale della Gioventù diocesana. Il Pontefice cita Peguy, Benedetto XVI e anche il film “La vita è bella” ed esorta ragazzi e ragazze ad alimentare la fiducia attraverso scelte di vita concrete. A cominciare dal buon uso dei social: “È più facile condividere cattive notizie, pubblicate ogni giorno una parola di speranza”. L’invito a "non lasciarsi contagiare da indifferenza e individualismo"

Medio Oriente, le Chiese cristiane in Europa: aprire negoziati seri per la pace

Dichiarazione del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE) e della Conferenza Europea delle Chiese (CEC), al termine della riunione del Comitato congiunto a Belgrado. Appello alla comunità internazionale e solidarietà a chi in Israele e Palestina lavora per la pace: non si difende una causa con la violenza

Il Papa: la terra di Gesù dilaniata da sofferenze tremende, imploriamo la pace

Francesco riceve i partecipanti alla Consulta dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme e rivolge un pensiero alla Terra Santa: “Tanti innocenti morti… Siamo testimoni di una tragedia nei luoghi in cui il Signore è vissuto, in cui ci ha insegnato ad amare e perdonare”. L’invito ai membri dell'Ordine a formare e formarsi “a una carità universale e inclusiva”

Il 19 novembre la settima edizione della Giornata Mondiale dei Poveri

Fortemente voluta dal Pontefice, l'iniziativa prevede la celebrazione della Messa presieduta alle 10 dal Papa nella Basilica di San Pietro e il pranzo di Francesco con i bisognosi in Aula Paolo VI. L’ambulatorio Madre di Misericordia, struttura presso il Colonnato del Bernini che offre durante l'anno assistenza ai senza fissa dimora, dal 13 al 18 di questo mese amplierà il suo servizio con medici, infermieri e volontari che si prenderanno cura gratuitamente dei più fragili

La piccola luce del Sinodo nell’ora buia del mondo

Per l’umanità sull’orlo dell’abisso quanto accaduto nelle ultime quattro settimane a Roma rappresenta un segno di speranza. E indica la strada per una Chiesa missionaria che applicando finalmente il Concilio Vaticano II non ha paura delle novità suggerite dallo Spirito Santo

Prossimi eventi