Arcivescovo

S.E. Giuseppe

Satriano

IN AGENDA

Indice degli articoli

"Vite intrecciate", il 24 marzo è la Giornata dei missionari martiri

Un record di vittime anche nel 2020, secondo il rapporto di Fides. A loro è dedicata la Giornata che cade nella memoria liturgica di Sant' Oscar Arnulfo Romero, arcivescovo metropolita di San Salvador che nel 1980 venne ucciso mentre celebrava la Santa Messa. Il progetto di solidarietà promosso insieme alla Giornata, come da tradizione, quest'anno è legato all'Etiopia

Paradosso eutanasia. Chiedere la morte mentre l’umanità lotta per la vita

Sarà tutta colpa della tempistica, ma il via libera all’eutanasia da parte del Parlamento spagnolo suona sinistro. Sì, perché mentre l’umanità intera affronta la prova più drammatica per la propria sopravvivenza, mentre nelle corsie di ospedale si lotta senza tregua per strappare alla morte anche il più anziano e malato fra noi, i parlamentari di un altro Paese occidentale danno il via libera alla pratica estrema dell’eutanasia di Stato. Quindi legalizzata e garantita dal servizio sanitario nazionale

Francesco: ascoltare il grido dei poveri ci fa partecipi di un mondo migliore

Le parole del Papa sono rivolte ad un gruppo di volontari e a responsabili della FIDESCO, l'Organizzazione cattolica di solidarietà internazionale nata in Francia e impegnata da quaranta anni nel Sud del mondo a sostegno dei più poveri. Il grazie e l'incoraggiamento di Francesco sono per un impegno portato avanti in tenerezza e misericordia, che fa crescere a livello personale e ecclesiale

Francesco: chi vuole vedere Gesù, guardi la croce

All’Angelus il Papa indica “la grande responsabilità di noi cristiani e delle nostre comunità”. “Anche noi - sottolinea il Pontefice - dobbiamo rispondere con la testimonianza di una vita che si dona nel servizio”. Dopo la preghiera mariana, il Santo Padre ha ricordato l'odierna Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie e quella, domani, dedicata all’acqua. Una ricorrenza che "ci invita a riflettere su questo dono meraviglioso"

L'Anno per la Famiglia: accompagnare i nuclei in crisi

Nella solennità di San Giuseppe e nel quinto anniversario della Esortazione apostolica Amoris Laetitia, comincia l'Anno speciale dedicato alla famiglia. Il 19 marzo, un webinar sull'amore familiare e a giugno un incontro online con le Conferenze episcopali di tutto il mondo. Il cardinale Farrell: bisogna cambiare la mentalità dell'azione pastorale, pensare alle famiglie non come "oggetto", ma come "soggetto"

Il Papa: San Giuseppe, un padre dal cuore aperto ai segni di Dio

Nel testo consegnato ai rappresentanti del Pontificio Collegio Belga, ricevuti in Vaticano, Francesco esorta a guardare allo sposo di Maria per imparare l’arte della paternità, diventando così pastori capaci di custodire il gregge e di guardare oltre, secondo i progetti di Dio

Giuseppe, amico di Dio, anti-protagonista per eccellenza

Il Papa a partire dall’8 dicembre 2020 ha voluto indire un anno tutto speciale sotto il patrocinio di San Giuseppe. L’occasione è data dalla ricorrenza dei 150 anni dalla proclamazione del Santo quale patrono della Chiesa universale.

Papa Francesco: San Giuseppe, uomo saggio al quale affidare la vita

Al termine dell'udienza generale, il Papa ha ricordato la solennità di san Giuseppe, venerdì 19 marzo, e l'inizio dell'Anno della Famiglia Amoris laetitia. Dello sposo di Maria, per il quale ha indetto un Anno speciale, Francesco ha sottolineato la sua capacità di "comprendere e mettere in pratica il Vangelo"

Vicino nella distanza. Un anno fa la prima Messa in diretta da Santa Marta

Il 9 marzo 2020, in piena pandemia, i media vaticani trasmettono, per volere del Papa , la Messa del mattino a Casa Santa Marta. Per oltre due mesi, con la sospensione delle celebrazioni per il timore di contagi, Francesco non fa mancare la sua prossimità. Diventa un appuntamento importante per i fedeli di tutto il mondo, anche in Cina assistono alla celebrazione. “La frequentazione con Gesù, ogni mattina, è stato – spiega il vaticanista Lucio Brunelli - il vero centro della consolazione che il Papa ha portato alle giornate di tante persone”

Papa: "Se Dio è il Dio della vita, a noi non è lecito uccidere i fratelli"

"L'Iraq rimarrà sempre con me, nel mio cuore". Ad assicurarlo è stato il Papa, al termine della messa ad Erbil, momento conclusivo del suo viaggio, prima del ritorno a Roma di domani. Mosul, con la preghiera per le vittime della guerra, e Qaraqosh, per l'incontro con la più grande comunità a maggioranza cristiana, le altre tappe della terza giornata

Papa Francesco: odio e violenza sono incompatibili con la religione

“Essere operatori di pace, all’interno delle vostre comunità e con i credenti di altre tradizioni religiose, spargendo semi di riconciliazione e di convivenza fraterna”, vie per far rinascere la speranza. E’ la strada indicata dal Papa ai vescovi, sacerdoti, religiosi e seminaristi incontrati nella Cattedrale di “Nostra Signora della Salvezza”, teatro di un sanguinoso attentato nel 2010, costato la vita a 48 persone per le quali è in corso la causa di beatificazione

In preghiera davanti alla Sindone per debellare il Covid

Appuntamento il 3 aprile. L'annuncio di monsignor Cesare Nosiglia. La liturgia nel Duomo, alle 17 di Sabato Santo, trasmessa in diretta Tv e web. L'anno scorso, un evento analogo raggiunse un pubblico potenziale di un miliardo di persone. Un milione e mezzo furono le visualizzazioni su YouTube, da tutto il mondo; 800.000 i contatti sui canali social

Oltre 200 preti morti di Covid-19 nei primi 9 mesi. Il Nord più colpito, 60% di decessi in più del 2019

A morire sono soprattutto i preti più anziani, con un’età media di 82 anni in linea con quella delle vittime di Covid-19 nella popolazione generale. Ma non sono soltanto i sacerdoti più fragili o ricoverati nelle case di riposo ad andarsene: oltre 40 di loro, infatti, hanno massimo 75 anni (20% del totale), ovvero l’età limite prevista dal Codice di Diritto canonico per svolgere il ministero di parroco. Sono preti attivi che vivono la missione tra la gente (4 hanno meno di 50 anni), partecipando quotidianamente alle vicende del popolo di Dio loro affidato. E anche tra quanti hanno età superiore ai 75 anni, numerosi proseguono in deroga a ottemperare ai compiti ministeriali come parroci o collaboratori parrocchiali

Card. Bassetti: i preti italiani morti per Covid sono il volto bello della Chiesa amica

Anticipiamo la presentazione del card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, al libro "Covid-19: preti in prima linea" di Riccardo Benotti che è un primo bilancio sui sacerdoti italiani morti a causa del Covid-19 con le testimonianze dirette dei preti che hanno servito il popolo che è stato loro affidato durante il primo anno della pandemia e le storie dei tanti sacerdoti che sono deceduti in Italia

Francesco: una fede senza dubbi non va

Il Corriere della Sera anticipa stralci del nuovo libro-intervista di don Marco Pozza con il Papa dedicato ai vizi e alle virtù: “Le crisi di fede rivelano il bisogno di entrare sempre di più nella profondità del mistero di Dio”. Il diluvio biblico e quello che rischiamo di vedere “se continuiamo sulla stessa strada"

Settimana Santa: Orientamenti Cei, “le celebrazioni liturgiche siano in presenza” nel rispetto dei decreti governativi

“Innanzitutto si esortino i fedeli alla partecipazione di presenza alle celebrazioni liturgiche nel rispetto dei decreti governativi riguardanti gli spostamenti sul territorio e delle misure precauzionali contenute” nel Protocollo stipulato con il presidente del Consiglio dei ministri ed il ministro dell’Interno del 7 maggio 2020, integrato con le successive indicazioni del Comitato tecnico-scientifico.

Artigiani di comunione

Il perdurare della pandemia ci sta facendo sperimentare al di là di ogni avversità l’importanza di incontrarci, di vederci, di toccarci, di abbracciarci. Quello che prima ritenevamo normale, magari scontato, oggi diventa desiderio, sogno ancora irraggiungibile

Ad un anno dall’Incontro di Bari, l’impegno continua

«Ricostruire i legami che sono stati interrotti, rialzare le città distrutte dalla violenza, far fiorire un giardino laddove oggi ci sono terreni riarsi, infondere speranza a chi l’ha perduta ed esortare chi è chiuso in sé stesso a non temere il fratello. E guardare questo, che è già diventato cimitero, come un luogo di futura risurrezione di tutta l’area»

Il Mediterraneo generi un nuovo Rinascimento umano e spirituale

Ecumenismo, dialogo interreligioso, sviluppo equo e diffuso: il capoluogo fa memoria del grande incontro del febbraio 2020, con esponenti religiosi dei Paesi che s'affacciano sul mare, coronato dalla presenza di papa Francesco. Due appuntamenti: uno più culturale e artistico (sabato 20 febbraio) e uno più religioso (il 23 febbraio) per far sì che l'eredità di quell'evento dia frutto

Prossimi eventi