Arcivescovo

S.E. Francesco

Cacucci

IN AGENDA

Indice degli articoli

Il Papa a Santa Marta: curare vecchi e giovani, è la cultura della speranza

L'amore di Dio per il suo popolo non conosce "scarto": è grande, è come un fuoco che ci rende più umani. Rileggendo un passo del profeta Zaccaria il Papa nella Messa a Casa Santa Marta di oggi torna a sottolineare come sia nelle famiglie che nelle società, trascurare bambini e anziani perchè non produttivi, non è segno della presenza di Dio

San Michele e gli Arcangeli, ecco qual è la loro missione

Nella tradizione cristiana è colui che combatte e sconfigge Satana. Ecco perché il Santo è stato proclamato protettore delle forze dell'ordine da Pio XII nel 1949 in omaggio alla “lotta” che il poliziotto combatte tutti i giorni al servizio dei cittadini. Nello stesso giorno la Chiesa festeggia anche gli Arcangeli Raffaele, soccorritore, e Gabriele, annunciatore. Giorno e notte essi servono Dio e, contemplando il suo volto, lo glorificano incessantemente

Il Papa: «Fa dolore questo mondo ogni giorno più crudele con gli esclusi»

«Presi dal preservare il nostro benessere», dice Francesco ricordando il ricco epulone, «rischiamo di non accorgerci di chi è in difficoltà. Ma come cristiani non possiamo essere indifferenti di fronte al dramma delle vecchie e nuove povertà, della discriminazione di chi non appartiene al “nostro” gruppo»

Migranti: in gioco c’è il presente e il futuro della famiglia umana

Ecco la lezione che insegna Francesco con il suo messaggio per la Giornata dei Migranti: cogliere la realtà è opportuno, descriverla e farla comprendere è saggio. Quanto è dirompente, posto che le coscienze siano vigili e non intorpidite, è la frase seguente che, se fossimo in tempi in cui il latino era valutato, andrebbe segnata rubro lapillo: non è in gioco solo la causa dei migranti, non è solo di loro che si tratta, ma di tutti noi, del presente e del futuro della famiglia umana. Quindi la compassione, il disagio, la sim-patia, con cui guardiamo a queste persone sofferenti, ai gruppi a dir poco cenciosi, a chi è stato a mollo per ore pur di salvarsi, devono cedere dinanzi a questa affermazione: tutti noi

San Vincenzo de' Paoli, il gigante della carità

Francese originario della Guascogna, sacerdote a 19 anni, fondò i Preti della Missione (Lazzaristi) e insieme a santa Luisa de Marillac, le Figlie della Carità nel 1633. Per lui la regina di Francia “inventò” il Ministero della Carità e lui organizzò l’aiuto ai poveri su scala nazionale

Santi Cosma e Damiano, i gemelli medici che curavano gratis

Noti anche come Santi Medici, erano anàrgiri (cioè prestavano servizio gratis). Secondo un’antica tradizione subirono il martirio a Ciro in Siria durante il regno di Diocleziano e il loro culto si diffuse in tutta la Chiesa fin dal IV secolo. Si festeggiano il 26 settembre perché questa è la probabile data della dedicazione della basilica che a Roma porta il loro nome, edificata da Felice IV (525-530)

Il Papa: i martiri non sono "santini", sono i veri vincitori

In continuità con le catechesi delle scorse settimane, Papa Francecso commenta all'udienza generale del mercoledì in Piazza San Pietro, il brano degli Atti degli Apostoli in cui Luca racconta della creazione dei diaconi nella Chiesa e descrive la figura di Stefano, il primo martire cristiano

Padre Pio, dalla sospensione alla santità: le cose da sapere

Ben prima che la Chiesa lo proclamasse Santo, il frate di Pietrelcina godeva già di una devozione popolare sterminata che lo rendono uno dei Santi più amati e venerati dell’età contemporanea. Taumaturgo, sacerdote fedele, confessore infaticabile, nel 1918 ricevette le stimmate, simbolo della Passione di Cristo, che restarono sul suo corpo per 50 anni. Per questo fu sottoposto a numerose ispezioni del Vaticano e persino sospeso “a divinis”. Le sue eredità sono i “Gruppi di preghiera” e la “Casa Sollievo della Sofferenza”, un ospedale all’avanguardia costruito a San Giovanni Rotondo. Le sue spoglie a febbraio saranno esposte nella Basilica di San Pietro in occasione del Giubileo della Misericordia

San Gennaro, dal martirio al miracolo del sangue: le cose da sapere

È uno dei Santi più amati grazie anche alla fede calorosa dei napoletani che lo hanno eletto a patrono della città dopo averla salvata da pestilenze ed eruzioni del Vesuvio. Vescovo di Benevento, amato da cristiani e pagani, fu martirizzato sotto Dioclezano. Il miracolo della liquefazione del sangue avviene tre volte l’anno nella città partenopea

Il Papa alle Chiese orientali: trovare vie verso una piena unità

Il dialogo teologico attuale tra la Chiesa Cattolica e la Chiesa Ortodossa cerca una comprensione comune del primato e della sinodalità al servizio dell’unità della Chiesa. Così il Papa ricevendo in udienza i partecipanti al convegno promosso dalla Società per il Diritto delle Chiese Orientali

Il Papa: il ministero è un dono, non una funzione o un patto di lavoro

Papa Francesco, nell’omelia della Messa del mattino a Casa Santa Marta, sottolinea che quando ci appropriamo del dono, e lo centriamo su noi stessi, “lo trasformiamo in funzione”, perdendo il cuore del ministero, episcopale o presbiterale che sia. Dalla mancanza di contemplazione del dono nascono “tutte le deviazioni che conosciamo”

Il coraggio dei martiri cristiani

Da codardi, gli apostoli diventano coraggiosi grazie allo Spirito Santo. Pronti alla morte, come anche oggi accade a tante persone di fede. Allora il “sistema religioso” giudaico, che si sentiva minacciato rispondeva con violenza e condanne a morte. Ma la persecuzione dei cristiani è sempre la stessa: le istituzioni che non vogliono il cristianesimo si sentono minacciati e portano la morte ai cristiani

Storica visita di Bartolomeo I a Lungro

Da domani il patriarca ecumenico di Costantinopoli inconterà le comunità cattoliche italo-albanesi di rito orientale bizantino nel centenario dell’istituzione dell’Eparchia. Il vescovo Oliviero: “Visita che imprime nuova forza al cammino ecumenico

Prossimi eventi