Arcivescovo

S.E. Giuseppe

Satriano

IN AGENDA

Notti Sacre… e fu sera e fu mattino…

E' un evento voluto dall’Arcidiocesi di Bari-Bitonto per offrire alla movida del borgo antico un contenuto diverso, un modo differente di trascorrere le serate di fine estate.

logo-NOTTI-SACRE.jpgNotti Sacre… e fu sera e fu mattino…

“Ci sono notti bianche, notti jazz, notti sotto le stelle, notti musicali. Perché non organizzare una notte sacra?” Da questo interrogativo è partito don Antonio Parisi, direttore artistico della manifestazione che dal 25 settembre al 3 ottobre animerà le chiese (e non solo) di Bari vecchia.

 

Cos’è. Notti Sacre è un evento voluto dall’Arcidiocesi di Bari-Bitonto per offrire alla movida del borgo antico un contenuto diverso, un modo differente di trascorrere le serate di fine estate. Arte, musica, pensiero e preghiera. Momenti intensi di condivisione di cui Bari vecchia sarà splendido scenario e indiscussa protagonista. Un’occasione per riscoprire tesori perduti della città, e per ritrovarsi. “Per ritrovare – ha detto l’Arcivescovo di Bari, Mons. Francesco Cacucci – la dimensione dell’essere più che dell’apparire”.

 

I numeri. Nove giorni, quattordici luoghi, di cui dodici chiese aperte dalle 19 alle 23. Cinque concerti corali e tre d’organo, quattro spettacoli di teatro musicale, sette mostre, quattro dibattiti, l’Adorazione eucaristica e il Rosario con la Beata Elia.

 

Un ospite d’onore. Ricchissimo il calendario degli eventi, che vede la partecipazione dell’Orchestra della Provincia e della Fondazione Petruzzelli. Di artisti, attori, scrittori e musicisti che inorgogliscono il nostro territorio, e di un ospite d’eccezione, Enzo Bianchi. Il fondatore e priore della comunità di Bose sarà a Bari il 27 settembre per parlare dei “Laici nella Chiesa e nella società”.

 

“L’uomo vive una vita veramente umana grazie alla cultura”.

(Gaudium et spes, Concilio Vaticano II)